rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Elezioni 2024

I 'ribelli' Caprini e Savini nella lista civica di Fabbri: "Crediamo nell'indirizzo del sindaco"

I consiglieri hanno rimarcato quanto fatto: "Dopo il voto il percorso di Ferrara Nostra si esaurirà"

“Con la candidatura nella lista civica del nostro sindaco crediamo di poter dimostrare che la coerenza, che ha da sempre guidato la nostra azione e le nostre iniziative, rimanga anche oggi il principio cardine al quale ispirarci per le nostre scelte”.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

E’ il pensiero del gruppo Ferrara Nostra, prima all’interno della Lega e poi diventato autonomo. A parlare, in piena campagna elettorale, sono i fondatori, Luca Caprini e Francesca Savini che, però, precisano come “il nostro percorso ha sempre trovato convergenza negli indirizzi politici del sindaco e per questo ci siamo candidati nella sua lista civica: poi, in maniera naturale, il progetto politico del gruppo Ferrara Nostra (qui l'intervista completa) andrà necessariamente esaurendosi”.

Quanto è stato fatto

Intanto, però, il momento dell’avvicinamento al voto dei prossimi 8 e 9 giugno è anche l’occasione per ribadire quanto è stato fatto nell’ultimo lustro. “La prima forte presa di posizione – chiariscono i due - è stata sulla riqualificazione Darsena, ex Mof ed ex Pisa, con una battaglia lunga e difficile per scardinare i progetti ereditati dalla precedente amministrazione. In tema di difesa e protezione del nostro territorio non possiamo non menzionare la nostra ferma presa di posizione riguardo al progetto Feris”.

I ribelli

“In quanto costituenti il gruppo di Ferrara Nostra – proseguono Caprini e Savini -, siamo stati talvolta definiti come ‘i ribelli’ senza che ciò ci dispiacesse, in quanto questa definizione ci rappresentava quali consiglieri determinati ed impegnati a realizzare le cose in cui crediamo e per le quali continueremo a batterci. Abbiamo sollecitato la maggioranza a rimarcare con maggior decisione la discontinuità rispetto al passato”.

Cosa si vuole fare

Ma al netto di ciò che è stato, Ferrara Nostra guarda anche al futuro. Tanti sono gli aspetti che, secondo i consiglieri, sono stati trattati nel corso degli ultimi anni, ma andranno necessariamente sviluppati anche nei prossimi. Tra questi, vi è la tutela del territorio, l’agevolazione delle politiche che incentivino al lavoro, il sostegno alle attività culturali, la lotta al degrado, la riqualificazione di determinate zone della città e l’attenzione agli anziani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 'ribelli' Caprini e Savini nella lista civica di Fabbri: "Crediamo nell'indirizzo del sindaco"

FerraraToday è in caricamento