rotate-mobile
Elezioni 2024

Dalla cultura all'energia, la 'Lista Civica Anselmo' parla del futuro di Ferrara

Serata con diversi spunti e ospite d'eccezione Federico Varese (Università di Oxford)

“Una città sicura è una città che si cura di tutti i suoi cittadini, che non li lascia dormire per strada, che li fa sentire sicuri di potere esprimere in liberamente la propria opinione, che li rende partecipi delle decisioni che li riguardano”. E’ questo il concetto di sicurezza che vogliono promuovere Leonardo Fiorentini, Arianna Poli e Adam Atik, candidati per la Lista Civica Anselmo Sindaco, e di cui si è discusso venerdì sera ad un incontro nella sede del Comitato elettorale alla presenza dello stesso Fabio Anselmo.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Ad arricchire la conversazione, con idee ed esempi virtuosi di politiche cittadine inclusive e capaci di coinvolgere le persone nelle scelte su cultura, mobilità, ambiente e lavoro vi erano Elena Bertelli, consulente in comunicazione per il settore culturale e socia di Bam, e Federico Varese, sociologo dell’università di Oxford.

“Vedo in Ferrara diverse criticità - ha dichiarato Elena Bertelli - a partire dalla mancata valorizzazione del suo patrimonio tangibile, come musei, teatri, biblioteche, per arrivare a quello intangibile: le comunità che la abitano, stranieri, anziani, e altri pubblici che potrebbero esprimere tanto potenziale culturale. Non ci viene chiesto cosa ci piacerebbe che succedesse nelle nostre piazze, diventate luoghi in cui si replicano eventi importati che si ripetono uguali in altre città”.

Il problema della mancanza di spazi di aggregazione culturale e degli strumenti per esprimere le proprie necessità e bisogni, evidenziata dalla giovane candidata Poli, impegnata nell’ambito dell’organizzazione di eventi musicali e culturali, si unisce a quello della loro inaccessibilità. “L’amministrazione - evidenzia il sociologo Federico Varese - ha scelto di chiudere i parchi perché non si cura di valorizzare questi spazi, ma è interessata solo a nascondere le risse in Gad, evidente manifestazione dalla propria incapacità di risolvere i problemi di sicurezza generati da leggi nazionali sull’immigrazione che facilitano la crescita della criminalità organizzata”.

Ripensare l’uso della macchina, liberare il centro dalle auto, rendere la mobilità sostenibile implementando una rete tranviaria, sono idee al centro della visione del candidato Fiorentini, che auspica un futuro in cui i “tecnici comunali non avranno il compito di trovare un parcheggio in più ma lo spazio dove piantare un albero”. Chiude la serata l’intervento di Adam Atik, per cui è necessario risolvere il problema degli affitti per i giovani, studenti e non, creando studentati adeguati e calmierando i costi delle locazioni, così come sperimentando il cohousing intergenerazionale di giovani e persone anziane o sole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla cultura all'energia, la 'Lista Civica Anselmo' parla del futuro di Ferrara

FerraraToday è in caricamento