rotate-mobile
Politica

Furto a villa Dall'Acqua, 'La Comune': "Serve il vigile di quartiere"

Commento all'episodio accaduto venerdì scorso: duro attacco all'amministrazione

“È necessario riattivare convintamente la figura del ‘vigile di quartiere’, e così pure perorare lo stesso per il poliziotto e carabiniere, che sia presente sul territorio, che ascolti la preoccupazione delle persone che abitano lì, diventando una figura di riferimento e di prossimità”. E’ questa, in sintesi, la proposta che arriva da ‘La Comune’, all’indomani della notizia del furto nella villa dell’ex presidente della provincia, Giorgio Dall’Acqua.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Secondo ‘La Comune’, poi, “il controllo di vicinato, coordinato e sostenuto dalle forze dell’ordine in cui più cittadini responsabilmente attenzionano il proprio quartiere e segnalano alle centrali operative eventuali anomalie, oltre ad essere un efficace strumento di prevenzione, aumenta anche la percezione di sicurezza”.

Infine, l’affondo politico. “Questo tema è molto sentito dai cittadini, specie dalle persone anziane o sole – si conclude -. È necessario che il Comune faccia qualcosa di concreto senza tanti slogan e conferenze stampa prive di riscontri reali e destinate a vita breve”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto a villa Dall'Acqua, 'La Comune': "Serve il vigile di quartiere"

FerraraToday è in caricamento