rotate-mobile
Politica / Centro Storico / Via dei Baluardi

Elezioni, la coalizione a sostegno di Zonari chiede un "piano organico del verde urbano"

Alcuni esponenti che appoggiano la candidata sindaca hanno partecipato al presidio nel Sottomura

Un presidio nel Sottomura, all'altezza del Baluardo dell'amore, si è svolto nel corso della mattina di sabato 6 aprile. A partecipare all'iniziativa, finalizzata a riportare al centro dell'opinione pubblica il taglio di alberi per lasciare spazio a un supermercato, sono stati alcuni esponenti della coalizione a sostegno della candidata sindaca Anna Zonari.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il messaggio corale emerso dal presidio è l'urgenza di "un piano organico del verde urbano". A esclamarlo, alcuni componenti della coalizione pro Zonari, che si Stamattina si sono recati nell'area  dove "il verde fu tagliato per fare spazio a una presunta pista ciclabile. In seguito alla vicenda ci fu uno scambio di colpi su di chi fosse la colpa tra l'Amministrazione precedente e la giunta attuale". 

Federico Besio degli Ecologisti verdi, candidato con la Comune di Ferrara alle prossime amministrative, ha rimarcato che "a noi non interessa di chi sia la colpa, qua è successo qualcosa di vergognoso in favore dell'ennesimo supermercato nella nostra città. Siamo qua per riporre questo sfregio al centro dell'opinione pubblica per far sì che azioni di questo genere non avvengano più". Gli esponenti presenti hanno ricordato come "il progetto sia della scorsa Amministrazione, ma che nella Conferenza dei servizi del 2021 non è stato fatto niente dalla Giunta attuale per evitare il taglio della boscaglia". 

Alberto Squarcia, candidato con la Comune di Ferrara, ha aggiunto che "qesto atto comporta un problema anche paesaggistico a un passo dalle nostre bellissime Mura". Anche Sergio Golinelli, candidato con la Comune di Ferrara ha sottolineato come questo taglio del verde crei "un brutto vedere nel contesto del monumento delle Mura", aggiungendo che "da quel che ci risulta questo progetto non è stato condiviso con i cittadini, che non hanno avuto modo di dire la loro opinione su questo intervento". Sulle preoccupazioni per il futuro della cinta muraria si è pronunciato anche Gianni Squarzanti del Partito Socialista, evidenziando che "tutt'oggi la cittadinanza non sa come verrà modificata ulteriormente quest'area. Abbiamo il diritto di saperlo". 

La difesa del verde urbano fa parte del programma della coalizione che si sta creando, in collaborazione della cittadinanza. "Con Zonari sindaca - ha concluso Vanni Rizzioli di Possibile, candidato con per La Comune di Ferrara - vogliamo difendere il nostro patrimonio verde. Come coalizione non ci fermeremo e vogliamo che si parli seriamente su ampio raggio della difesa del verde pubblico del nostro territorio. Proteggiamo i nostri beni culturali e paesaggistici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, la coalizione a sostegno di Zonari chiede un "piano organico del verde urbano"

FerraraToday è in caricamento