rotate-mobile
Caso centro rimpatri

No Cpr in città, Nanni (Pd): "Le affermazioni del sindaco trovano riscontro?"

Il consigliere comunale Dem ha fatto riferimento alla "ipotesi poi scartata" di Ferrara

Continua a fare discutere politicamente l'ipotesi di un Centro di permanenza per i rimpatri in citta. E' il consigliere comunale del Partito Democratico Davide Nanni a tornare sull'argomento attraverso una richiesta all'Amministrazione.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

"In data 28 marzo 2024 - ha ricordato l'esponente Dem - il sindaco Alan Fabbri ha risposto all'interpellanza Pg 172027-2023 presentata dal sottoscritto il 24 ottobre scorso per avere conferma delle indiscrezioni emerse sulla stampa nazionale, che includevano l'ex aeroporto di Ferrara tra i siti in cui sarebbe stato costruito un nuovo Centro di permanenza per i rimpatri di migranti irregolari. Nella risposta data al sottoscritto, il sindaco Fabbri afferma testualmente in merito al Cpr che: 'In base al procedimento tecnico di natura prefettizia era stata indicata Ferrara tra le potenziali sedi, ipotesi poi scartata in quanto la nostra città non risponde ai criteri stabiliti dalla legge'".

Una richiesta proveniente dal consigliere del Pd e conseguente alle dichiarazioni del sottosegretario Emanuele Prisco che, nell'ambito della Prima Commissione della Camera dei deputati nello scorso febbraio, evidenziò che "ai fini della realizzazione di strutture da adibire a Cpr sul territorio nazionale, il Ministero dell'Interno ha proceduto all'esame di diverse aree anche presenti nelle province della regione Emilia-Romagna, tra cui Ferrara, parametrandole alle caratteristiche tecniche proprie delle strutture. Su tali aree, come su altri siti presenti sul territorio nazionale, sono tuttora in corso le opportune valutazioni congiuntamente al Ministero della Difesa anche per gli aspetti connessi alla fattibilità tecnica delle opere da realizzare. Al momento l'Emilia-Romagna non rientra tra quelle di prossima programmazione".

Da qui all'interpellanza di Nanni per sapere "se le affermazioni rilasciate per iscritto dal sindaco di Ferrara trovino riscontro in documenti e atti ufficiali del Governo italiano, dato che il sottosegretario Emanuele Prisco non ha perentoriamente escluso che il Cpr di Ferrara possa essere ricompreso tra le opere 'di prossima programmazione' in Emilia Romagna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Cpr in città, Nanni (Pd): "Le affermazioni del sindaco trovano riscontro?"

FerraraToday è in caricamento