rotate-mobile
Politica

Fabbri e il caso propaganda, il senatore De Cristofaro presenta un'interrogazione

Il candidato sindaco Anselmo ha sottolineato l'iniziativa "a tutela del pluralismo e della democrazia"

"Il Corecom nelle scorse settimane ha già ravvisato ben 17 analoghe violazioni da parte del Comune di Ferrara, per comportamenti posti in essere da sindaco e assessori candidati alle prossime elezioni amministrative". A parlare attraverso il testo di un'interrogazione parlamentare è il senatore di Alleanza Verdi Sinistra Peppe De Cristofaro.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il riferimento è alla vicenda relativa all'utilizzo del sito web Cronacacomune e del profilo Facebook del sindaco Fabbri durante il periodo pre-elezioni, che ha portato l'Agcom a ordinare di "rimuovere la comunicazione istituzionale realizzata mediante la pubblicazione dei post oggetto di segnalazione". Il parlamentare si è dunque rivolto al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi per chiedere di "verificare quanto descritto e come intenda adoperarsi per garantire il regolare svolgimento della campagna elettorale nel rispetto del pluralismo e della normativa di settore". 

Il candidato sindaco Fabio Anselmo ha commentato, evidenziando che "con una interrogazione al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi a firma De Cristofaro (AVS), Croatti (M5S) e Verini (Pd) la violazione delle regole della par condicio - da parte, in particolare, del sindaco Alan Fabbri e dell'assessore Alessandro Balboni - è approdata in Parlamento", e che la vicenda "ha portato l'Agcom a sanzionare Fabbri e Balboni per avere utilizzato beni pubblici, ovvero gli strumenti del Comune, per i propri interessi privati". Da qui a un ringraziamento ai "parlamentari che hanno preso questa iniziativa a tutela del pluralismo e della democrazia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabbri e il caso propaganda, il senatore De Cristofaro presenta un'interrogazione

FerraraToday è in caricamento