rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Elezioni 2024 / Giardino-Arianuova-Doro / Via Riccardo Bacchelli

A un anno di distanza dal concerto di Springsteen, Gulinelli lancia la sua campagna elettorale

Fra gli obiettivi futuri, gli investimenti sul Quadrivio degli Angeli e la rete con le associazioni

Al parco Urbano, un anno dopo il concerto di Bruce Springsteen, l'assessore comunale alla Cultura Marco Gulinelli e candidato capolista nella lista civica Alan Fabbri sindaco, ha lanciato la sua campagna elettorale.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday 

Il primo cittadino Fabbri ha commentato la giornata 'simbolica' sotto più aspetti: "Esattamente un anno fa avveniva il più grande concerto della storia di questa città, un evento che abbiamo fin da subito pensato come un potente biglietto da visita su scala mondiale, che è riuscito a riportare Ferrara nell'orbita nazionale dei grandi eventi. L'abbiamo portato a termine con coraggio, nonostante mille difficoltà e infinite strumentalizzazioni politiche. L'evento di Bruce è riuscito a generare indotto per circa 11 milioni di euro, secondo uno studio dell'Università di Ferrara, e in questo solco vogliamo proseguire mantenendo gli eventi storici e al contempo innovando. Ferrara ha, nei fatti, dimostrato di riuscire a gestire perfettamente anche eventi di questa portata. Insieme abbiamo reso orgogliosa questa città".

Gulinelli ha aggiunto che "negli ultimi anni abbiamo messo Ferrara al centro, dopo tanto tempo, con una diversa prospettiva culturale. Diversamente da letture spesso miopi, grazie a un lavoro di squadra e una visione, siamo riusciti a portare il Teatro Comunale fuori dalle Mura producendo opere liriche, abbiamo realizzato più di 53 esposizioni museali e utilizzato la cultura come elemento di rilancio nei quartieri un tempo degradati, come in Gad e la Nuova Darsena. Abbiamo dato un respiro internazionale alla città, con concerti e festival che hanno portato un nuovo dinamismo. Stiamo già lavorando sulla programmazione 2025, che porteremo avanti con grandi ambizioni". 

Tra gli obiettivi futuri, Gulinelli ha evidenziato che "investiremo sul Quadrivio degli Angeli, con palazzo dei Diamanti, il museo permanente di Boldini, palazzo Prosperi Sacrati e Spazio Antonioni, che inauguriamo tra qualche giorno e sarà dedicato a uno dei più grandi registi del mondo, Michelangelo Antonioni. Sugli eventi musicali stiamo già lavorando; Ferrara può sostenere altri maxi eventi del calibro di Springsteen". Sulla rete di associazioni presente in città, Gulinelli ha spiegato che "ho voluto creare con loro dialogo fin da subito, spesso sono realtà che hanno bisogno di strutturarsi come fossero piccole imprese. I bandi sono essenziali e le supporteremo ancora".

Durante la serata di sabato 18 maggio si sono esibiti il cantautore Leomeconi, concorrente di X Factor nel 2020 che a soli 13 anni salì sul palco di San Siro, con chitarra a tracolla per duettare con il 'Boss' di fronte a 80mila persone, Icio Caravita, one man band con la sua chitarra, e John Strada, artigiano del rock e del folk rock. La serata è proseguita con un dj set di Simple.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A un anno di distanza dal concerto di Springsteen, Gulinelli lancia la sua campagna elettorale

FerraraToday è in caricamento