rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Weekend

Weekend della bomba: dai calici alla Turandot, poi le note di Nino D’Angelo e Ron. E un 'derby' per la Spal

E ancora le tante iniziative contro la violenza sulle donne nel nome di Giulia Cecchettin e di tutte le altre

Fra i tanti eventi in programma nel fine settimana, quello che inciderà di più sulla vita delle persone non sarà una manifestazione, un concerto o una mostra, ma l’evacuazione forzata di circa 12 residenti del centro di Ferrara a partire dalle 6 di domenica mattina per disinnescare l’ordigno bellico ritrovato dopo 80 anni nell’ex convento di San Benedetto fra le intercapedini al primo piano. Che siate o meno fra le persone coinvolte, qui trovate tutte le informazioni aggiornate. E poi ovviamente c’è il Black Friday

Non una di meno

Non si può che partire dalla 'Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza maschile contro le donne'. Ormai 25 novembre e 8 marzo sono due date che mobilitano sia istituzioni che movimenti dal basso a significare che sul il tema non si può rimanere indifferenti, anche e soprattutto da parte degli uomini chiamati ad una profonda rivoluzione culturale del genere: ce la faremo? Si mobilitano le biblioteche, le associazionila Cgil, l’Università, gli studenti delle superiori e saranno tanti i momenti, le iniziative ed i cortei nel ricordo di Giulia Cecchettin e di tutte le donne vittime di violenza e di femminicidio. L’appuntamento principale è per sabato alle 15.30 in piazza Savonarola con la manifestazione 'Lo sapevamo già tutte'.

Turandot al Comunale

“Che le donne di Puccini e la loro forza ci ispirino nel contrastare ogni violenza sulle donne”. Parte anche dalla 'Turandot', l’opera che inaugura la nuova stagione di lirica e balletto del Teatro Comunale di Ferrara, l’appello a dire basta. Opera che va in scena venerdì alle  20 e domenica alle 16. Il celebre dramma in tre atti e cinque quadri su libretto di Adami e Simoni, con musica di Giacomo Puccini e la nota aria 'Nessun dorma', vede in scena un cast di cantanti coreani. Coproduzione della Daegu Opera House e della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

Nino D’angelo al Teatro Nuovo

Domenica sera grande attesa al Teatro Nuovo per l’arrivo di Nino D’Angelo: cantautore, attore, regista e sceneggiatore, icona italiana e napoletana. Reduce da un tour estivo che ha fatto registrare praticamente ovunque il sold-out, D’Angelo fa tappa a Ferrara con la versione autunnale del suo show 'Il poeta che non sa parlare'.

Sempre al Nuovo, ma venerdì c’è Marco Goldin che porta sul palco 'Gli ultimi giorni di Van Gogh. Il diario ritrovato', una rappresentazione teatrale ispirata al romanzo che racconta le ultime settimane di vita del grande pittore.

'Calici d’Autunno' in Castello

Da venerdì a domenica torna con la sua nona edizione 'Calici d’Autunno', la manifestazione firmata da Feshion Coupon, e il Castello Estense si trasforma in una grande area degustazione.

Quasi quaranta le cantine ospiti, dal Veneto alla Sardegna, dal Friuli alla Sicilia, passando per Marche e Umbria, senza dimenticare le produzioni locali emiliano romagnole. Presenti anche stand enogastronomici e accompagnamento musicale: venerdì dj set Millenial Z Party, sabato suonano i Clochart, domenica i Blackout.

Tutti quanti voglion fare jazz

Il weekend in musica è nel segno jazz. Punto di partenza è ovviamente il Torrione che venerdì ospita Max Puglia e Vito Ranucci con il loro 'Hinterland'. Sabato è in programma invece una disfida del pianoforte: al Jazz Club è il turno di Sullivan Fortner per una serata organizzata in collaborazione con il Bologna Jazz Festival, mentre allo Spirito di Vigarano Mainarda ecco la leggenda Mario Rusca. Domenica sera si chiude al Torrione con La grazia dell’informe, sul palco Giulia Barba (sassofoni, clarinetto basso, elettronica) e Marta Raviglia (voce) con testi di Virginia Farina.

Aria vintage venerdì alle 21,30 al Centro Sociale Il Parco con l’intramontabile Michele, un mito della musica pop italiana (almeno da queste parti), o sabato con Ron al Teatro De Micheli di Copparo.

Yoga, fanzine e dialetto in biblioteca

Per la rassegna 'Ricomincio da me', sabato alle 10:30, la biblioteca Bassani ospita un incontro speciale dedicato allo yoga dal titolo 'Darsi pace', a cura di Adriana Di Pietro. Frequentare uno spazio tranquillo può essere un antidoto alle nostre ansie e ai nostri spiacevoli automatismi e lo yoga è una disciplina che invita all'ascolto di sé: strumento meraviglioso e alla portata di tutti.

Sempre alla Bassani e sempre alla stessa ora ecco 'Alla scoperta delle Zine!', laboratorio creativo dedicato alle mitiche fanzine come fossimo trent’anni fa: quelle riviste dell’underground giovanile autopubblicate e fatte con un solo foglio di carta, matite, pennarelli e una forbice.

'Il dialetto ferrarese come ricerca della propria identità' è il titolo dell’incontro previsto a Casa Niccolini sabato alle 11 che unisce la pratica dell’accoglienza e della solidarietà con il valore della riscoperta della lingua parlata dai nonni.

Spal, il 'derby' dei tifosi

Al Mazza, sabato alle 16.15, arriva l'Ancona. Per i tifosi, dato lo storico gemellaggio, sarà una grande festa (è prevista anche una coreografia imponente). Per Colucci, invece, sarà tempo di invertire la rotta: le ultime prestazioni, insufficienti sotto il punto di vista del gioco e del risultato, preoccupano la città. E la classifica, ora, è tremendamente delicata. Se in Curva, come detto, vi sarà aria di 'derby', in campo Antenucci e compagni non possono pensare di risparmiare energie e cattiveria agonistica.

Letture e concerti sotto al Grattacielo

Venerdì alle 21, presso la sala Polivalente del Grattacielo, la biblioteca popolare Giardino ospita la presentazione del libro 'Se vi va bene bene se no seghe. Dall’antimilitarismo a Radio Alice e ancora più in là', l’autobiografia di Valerio Minnella. Dialoga con l’autore Girolamo De Michele.

Nello stesso luogo, ma ventiquattro ore più tardi, Officina Meca ha in programma i concerti di Baseball Gregg, duo pop dalle sonorità dolci, e di Kiwi666.

Per gli altri eventi del weekend e dei prossimi giorni c’è la pagina dedicata 'Cosa fare in città'. Certo poi ci sarebbero da segnalare bancarelle e primi allestimenti natalizi, ma di quelle ne riparliamo nel prossimo fine settimana quando sarà già dicembre.

E per concludere…

Si mañana soy yo, mamá,
si mañana no vuelvo, destruyelo todo.
Si mañana me toca,
quiero ser la última.

Se domani sono io, mamma, 
se domani non torno, distruggi tutto.
Se domani tocca a me, 
voglio essere l’ultima.

(Cristina Torres-Cáceres, architetta e attivista femminista peruviana)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend della bomba: dai calici alla Turandot, poi le note di Nino D’Angelo e Ron. E un 'derby' per la Spal

FerraraToday è in caricamento