rotate-mobile
Università

Voto agli studenti fuorisede, Zurma (Fratelli d'Italia): "Momento storico"

Il vicepresidente del Consiglio studenti di Unife: "Misura era attesa da anni". Ecco come fare

“Un momento storico”. Commenta così, il vicepresidente del Consiglio degli studenti di Unife e candidato al Consiglio comunale con Fratelli d’Italia Gianpaolo Zurma, la misura del Governo che ha concesso il voto alle elezioni europee agli studenti fuorisede.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

“Il 5 Maggio - spiega Zurma - è l’ultimo giorno a disposizione degli studenti fuorisede per inviare la modulistica per votare alle elezioni europee in un comune diverso rispetto a quello di residenza. Il documento può essere richiesto nel proprio Comune o sul sito del Ministero dell’Interno, allegando l’indirizzo di domicilio, una copia del modulo, una copia della tessera elettorale e una certificazione che attesti l’iscrizione all’Università”.

Presentando la domanda al Comune di residenza, personalmente o tramite a mezzo di posta elettronica indicati nel sito dell’amministrazione, il fuorisede che risiede nello stesso collegio della propria città universitaria potrà votare dove studia. Se invece il collegio è diverso dal comune di appartenenza potrà partecipare alle elezioni nel capoluogo della regione in cui svolge la propria attività accademica. 

“Questo provvedimento del Governo è una importante vittoria di civiltà – conclude Zurma -. Fratelli d’Italia Ferrara e Azione Universitaria Ferrara hanno avuto un ruolo in questa vicenda grazie al rapporto e al lavoro del presidente della Commissione Affari Costituzionali al Senato, Alberto Balboni. Era da oltre un decennio che si parlava di un provvedimento del genere ma non era mai stato fatto nulla, almeno fino ad oggi grazie al Governo Meloni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voto agli studenti fuorisede, Zurma (Fratelli d'Italia): "Momento storico"

FerraraToday è in caricamento