rotate-mobile
Vandalismo / Giardino-Arianuova-Doro / Via Podgora

Fratelli d'Italia, terzo atto vandalico sui manifesti: spuntano due svastiche

Nelle settimane scorse venne minacciato Azzolini e poi venne imbrattato un altro cartellone

Ancora manifesti elettorali imbrattati. E questa volta spunta una svastica. Ennesimo episodio di vandalismo in città: ad essere preso di mira, come già successo, è un cartellone di Alessandro Balboni (Fratelli d’Italia) che trova posto in via Podgora.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Due svastiche

Nella fotografia, l’assessore e presidente provinciale del partito guidato da Giorgia Meloni è affianco al sindaco (e candidato nuovamente al ruolo di primo cittadino) Alan Fabbri: sulle fronti di ognuno dei due, ignoti hanno disegnato un paio di svastiche (quella sulla faccia di Balboni, tra l’altro, è riprodotta in modo non corretto) con un pennarello nero.

I precedenti

Si tratta, come detto, del terzo episodio di vandalismo in poche settimane, sempre ai danni di Fratelli d'Italia. Il primo ad essere preso di mira fu il candidato Francesco Azzolini, sulla cui immagine (in piazzale Dante) trovò posto una minaccia di morte con la ‘A’ anarchica. Poi venne deturpato un altro manifesto di Balboni e Fabbri, in cui, oltre a colorare i denti dei due candidati (e a disegnare delle corna), venne scritto ‘Antifascismo sempre’. Ora, come detto, il terzo atto vandalico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia, terzo atto vandalico sui manifesti: spuntano due svastiche

FerraraToday è in caricamento