rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Ambiente

Unife, la docente Monica Bertoldo premiata a Düsseldorf per gli studi su industria del vinile ed economia circolare

La menzione speciale riguarda il tema del riciclo di un materiale usato per la costruzione delle pale eoliche

Un riconoscimento all'ateneo estense arriva attraverso uno studio a cura di Monica Bertoldo, docente del dipartimento di Scienze chimiche, farmaceutiche e agrarie. La docente è stata insignita del Premio Inovyn Award for Circularity 2022, competizione globale che riconosce le più importanti innovazioni nel campo dell'industria del vinile, del riciclo e dell'economia circolare. Il concorso si svolge ogni tre anni, ed è organizzato da Inovyn, divisione dell'azienda privata Ineos, operante nel settore chimico. Una realtà che si occupa, nello specifico, di vinile e ne costituisce il più importante produttore europeo.

La cerimonia di premiazione si è tenuta giovedì nel Capitol Theatre di Düsseldorf, in Germania. La docente è stata premiata e ha ottenuto una menzione speciale per il progetto di ricerca dal titolo 'Recycling of rigid pvc foams by glycolysis promoted separation of the individual components'. Uno studio che riguarda il riciclo della schiuma di pvc, un materiale leggero e resistente ampiamente usato per la costruzione delle pale eoliche. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Diab, una multinazionale svedese con sede anche a Longarone, leader nella produzione di questi materiali.

"Al momento - ha spiegato la docente Monica Bertoldo - gli scarti di lavorazione della schiuma di pvc e gli scarti provenienti dalle pale eoliche vecchie non sono riciclati a causa della complessità del materiale stesso, il quale, oltre al pvc contiene una frazione non trascurabile di poliureica reticolata. Il nostro gruppo di ricerca ha sviluppato una strategia di riciclo basata sulla depolimerizzazione di questa componente che permette di recuperare un pvc sufficientemente pulito da poter essere utilizzato per stampare nuovi oggetti, come per esempio profilati per finestre. Inoltre, la frazione derivante dalla depolimerizzazione è stata usata con successo, in sostituzione di reagenti chimici vergini, per la sintesi di poliuretani termoplastici, che sono usati per esempio nelle suole per le scarpe".

"In questo - ha concuso - modo un materiale che altrimenti sarebbe destinato alla discarica potrà in prospettiva futura venire interamente recuperato, permettendo al contempo di risparmiare materiali e reagenti vergini. Questo risultato è stato possibile grazie all'entusiasmo e al lavoro dei giovani che hanno partecipato alla ricerca, in primis Matteo Calosi, ma anche dei tesisti Andrea d'iorio e Simone Fantinel, e alla collaborazione con il gruppo di chimica organica diretto dal docente Alessandro Massi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unife, la docente Monica Bertoldo premiata a Düsseldorf per gli studi su industria del vinile ed economia circolare

FerraraToday è in caricamento