rotate-mobile
Giorno della Memoria / Codigoro

'I triangoli e le stelle', una mostra introduce il Giorno della Memoria

La biblioteca 'Giorgio Bassani' ospiterà anche la presentazione del libro 'Vite schedate'

Il programma del Giorno della Memoria si aprirà sabato 27 gennaio alle 11, al palazzo del Vescovo, con lo storico Davide Guarnieri, direttore dell'Archivio di Stato di Ferrara. L'inaugurazione della mostra 'I triangoli e le stelle - Memorie di storia', a cura dello stesso Guarnieri, sarà effettuata in presenza delle autorità civili e militari, nonchè di due quinte classi del Polo Guido Monaco di Pomposa. Oltre al curatore della mostra interverranno la sindaca Sabina Alice Zanardi, la dirigente scolastica del Polo Guido Monaco di Pomposa Angela Lucibello, Carla Roin dell'Anpi di Codigoro, e Simonetta Graziani, assessora comunale all'Istruzione. La mostra resterà aperta gratuitamente al pubblico fino a sabato 24 febbraio, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12, e anche martedì, mercoledì e giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.

Lunedì 29 gennaio alle 10.30, sempre nella biblioteca comunale 'Giorgio Bassani', la storica Delfina Tromboni, già direttrice del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara, presenterà il suo libro 'Vite schedate', frutto di una ricerca capillare sui partigiani comunisti di Ferrara e provincia, perseguitati durante la guerra di Liberazione. La presentazione del libro sarà preceduta dalla proiezione del video di Dante Giordano 'Gli antifascisti, le vittime del fascismo, i partigiani che hanno combattuto per la libertà di Codigoro e frazioni". In sala saranno presenti, con i loro insegnanti, due terze classi dell'Istituto di istruzione secondaria di primo grado di Codigoro. Interverranno la sindaca Sabina Alice Zanardi e Carla Roin dell'Anpi di Codigoro. Le iniziative sono promosse, organizzate e patrocinate dal Comune di Codigoro e dall'Anpi, in collaborazione con l'Archivio di Stato di Ferrara, con l'Anpi di Codigoro e con la partnership di Spi Cgil.

"Coltivare la memoria - ha osservato la sindaca Sabina Alice Zanardi - non è uno sterile esercizio di retorica, ma un dovere che ci riguarda da vicino, per capire e far capire a fondo gli orrori compiuti dal regime nazi-fascista, attraverso le discriminazioni, le persecuzioni, le deportazioni e, purtroppo, l'annientamento di milioni di esseri umani, in prevalenza ebrei, ma anche oppositori politici, omosessuali e disabili. Sia in occasione dell'inaugurazione della mostra curata da Davide Guarnieri, che durante la presentazione del libro di Delfina Tromboni saranno presenti due classi di alunni, rispettivamente del Polo Guido Monaco di Pomposa e dell'Istituto comprensivo di Codigoro. La loro partecipazione è preziosa e fondamentale. Alle giovani generazioni sarà passato il testimone della memoria storica: saranno loro ad averne cura, a preservarla e tramandarla, perchè la libertà e la democrazia, valori per i quali si sono sacrificati i nostri nonni, restino i capisaldi del nostro futuro e del futuro del nostro Paese".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'I triangoli e le stelle', una mostra introduce il Giorno della Memoria

FerraraToday è in caricamento