rotate-mobile
Polizia

Furto in appartamento, ma la scientifica rileva un'impronta: bloccati mentre fuggono

I soggetti sono stati fermati dagli uomini della Squadra Mobile a bordo di un'auto

Tre arresti per furto in appartamento. E’ questo il resoconto di un’operazione di polizia, avvenuta giovedì, che ha visto gli agenti incastrare tre soggetti, tutti gravati da precedenti per reati contro il patrimonio. La vicenda si è sviluppata al termine di diversi controlli del territorio da parte della Squadra Mobile.

Durante uno di questi, i poliziotti hanno notato un’autovettura sospetta che, dai primi accertamenti, è risultata riconducibile ad un pregiudicato residente in città. Nel corso della mattinata di giovedì, poi, gli investigatori si sono accorti che lo stesso veicolo si stava dirigendo verso la provincia di Rovigo: così hanno deciso di pedinarlo per verificare quali fossero le reali intenzioni del conducente e degli eventuali passeggeri.

Dopo aver seguito i primi spostamenti della vettura (che cambiava continuamente direzione, girando per varie località del rodigino), i poliziotti l’hanno notata ferma davanti ad un’abitazione nel comune di Occhiobello. Successivamente, hanno visto un uomo uscire dal cancello della stessa casa e salire a bordo del mezzo, prima di ripartire.

Così l’inseguimento è ripreso, mentre i colleghi hanno raggiunto l’appartamento e lì hanno constatato che il cancello era stato forzato, la finestra del primo piano aperta e l’intera abitazione messa a soqquadro (addirittura alcuni mobili e gli elettrodomestici erano stati danneggiati). A fronte di ciò, il primo equipaggio ha fermato la macchina che stava seguendo.

All’interno dell’abitacolo erano presenti tre soggetti, tutti pregiudicati: la successiva perquisizione ha poi portato al ritrovamento di due paia di guanti da lavoro e altrettante repliche di orologi marca Rolex e Breitling (questi ultimi riconosciuti dal proprietario della casa al momento della denuncia). Ma non è tutto.

All’interno dell’appartamento è giunta, infatti, anche la polizia scientifica. Il personale ha riscontrato un’impronta di scarpa sullo schermo di un televisore: all’esito dei rilievi fotografici, la stessa orma è risultata compatibile con la suola delle calzature indossate da uno dei soggetti fermati a bordo della macchina. Il giudice, venerdì, ha convalidato l'arresto per due indagati: per il terzo soggetto è stata applicata la misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in appartamento, ma la scientifica rileva un'impronta: bloccati mentre fuggono

FerraraToday è in caricamento