rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Lavori pubblici / Poggio Renatico

A 12 anni dal sisma, il Castello Lambertini e la sua torre tornano fruibili

L'intervento complessivo è costato 8,6 milioni di euro: previsti spazi espositivi

Torna a svettare nel centro cittadino di Poggio Renatico l’antico maniero e la sua torre, distrutti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012. Sono terminati i lavori di recupero e consolidamento, con miglioramento sismico, del Castello Lambertini e la ricostruzione della Torre, per un importo complessivo di quasi 8,6 milioni di euro, comprensivi dei costi di costruzione di un nuovo archivio comunale in un’altra zona del territorio.

L’intervento è stato finanziato dalla Regione con 4,9 milioni di euro, grazie al ‘Programma delle opere pubbliche e dei beni culturali danneggiati’. L’antica torre medievale, completamente distrutta dalle scosse, è stata ricostruita in acciaio cor-ten, materiale capace di autorigenerarsi, autoproteggersi e resistente alla corrosione, e ospiterà spazi espositivi.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

L’intervento

Per la sua tipologia e la notevole dimensione, il progetto e i lavori sul castello si sono configurati da subito molto complessi: è stato anche realizzato uno studio di carattere archeologico per migliorare la valutazione dei lavori da eseguire in parti come il fossato esterno e i seminterrati interni.

L’intero immobile è stato consolidato in tutti i suoi elementi strutturali; oltre al recupero dei sotterranei e il restauro delle pareti decorate, grazie a numerosi saggi stratigrafici è stato possibile valorizzare e riscoprire l’apparato decorativo in parte coperto.

L’importo

Il recupero dell’edificio, sottoposto a vincolo, è stato diviso in due stralci: il primo per un importo totale pari a 7,7 milioni di euro finanziati per 2,5 milioni con fondi assicurativi, 274mila con fondi del Comune e 4,9 milioni con risorse della Regione. Il secondo stralcio, per un importo pari a 865mila euro, è stato finanziato dall’amministrazione con fondi assicurativi per costruire un nuovo edificio che ospiterà l’archivio comunale.

Cosa diventerà

Prima del terremoto, il Castello era esclusivamente sede del Municipio, ora diventerà un centro polifunzionale che, oltre al Municipio, ospiterà anche associazioni, aree espositive, una biblioteca, una sala conferenze, il presidio di Polizia municipale e alcuni servizi sanitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 12 anni dal sisma, il Castello Lambertini e la sua torre tornano fruibili

FerraraToday è in caricamento