rotate-mobile
Caro bollette

Teleriscaldamento, accordo Hera-Comune: "Nei prossimi dodici mesi bollette più basse anche del 30%"

I termini tecnici della nuova formula di calcolo introdotta a seguito dell'intesa sono stati spiegati dai vertici della multiutility

Il teleriscaldamento si 'stacca' dal gas, permettendo un netto risparmio per le famiglie. Si può, a grandi linee, sintetizzare così il risultato di un accordo tra Hera e il Comune che, come detto, consentirà a cittadini e imprese della città di spendere meno di quanto inizialmente ipotizzato a causa della crisi energetica.

Ma andiamo con ordine. La nuova formula di calcolo, di fatto, introduce una tariffa fissa per la parte di calore prodotto dalla geotermia (su base storica, circa il 40% del totale) che costerà circa il 50-70% in meno considerando la proiezione dei prezzi del gas attesi per il prossimo inverno, calcolata sulla base degli andamenti degli ultimi due mesi.

L’effetto di questo intervento – hanno spiegato i vertici della stessa multiutility - sarà percepibile già dalle bollette sui consumi di competenza di questo ottobre e determinerà da solo una riduzione complessiva delle bollette per i prossimi dodici mesi compresa tra il 20% e il 30%. Inoltre, questa misura consentirà di rafforzare la sostenibilità di un servizio fondamentale per la città e per il suo sviluppo futuro, anche alla luce dell’attuale scenario energetico internazionale, valorizzando al massimo la fonte rinnovabile geotermica.

Nel dettaglio, la componente a prezzo fisso verrà applicata ai volumi di energia prodotti annualmente da fonte geotermica. Questo valore sarà definito all’inizio di ogni anno sulla base dell’apporto medio, calcolato su base storica, della fonte geotermica, e sarà applicato nel calcolo di tutte le bollette relative ai consumi dell’anno solare. Alla fine di ogni anno seguirà un conguaglio in base al contributo reale della geotermia. Questo meccanismo consentirà ai clienti quindi di beneficiare di ulteriori sviluppi di questa fonte.

Considerando la proiezione dei prezzi del gas attesi per il prossimo inverno, calcolata sulla base degli andamenti degli ultimi due mesi, questo intervento porterà un beneficio per i cittadini e le imprese di Ferrara allacciate al teleriscaldamento di un valore fra gli 8 ed i 16 milioni di euro tra ottobre 2022 e settembre 2023. Di questi, il 30% è previsto nell’ultimo trimestre 2022.

 “Presentiamo un’azione concreta che valorizza una risorsa unica come la geotermia ferrarese e che ci consente di dare ai cittadini e alle imprese della città un beneficio – ha dichiarato Cristian Fabbri, direttore centrale mercato di Hera –. Siamo orgogliosi del risultato ottenuto, perché su queste basi nei prossimi anni potremo continuare a investire su un sistema energetico locale unico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teleriscaldamento, accordo Hera-Comune: "Nei prossimi dodici mesi bollette più basse anche del 30%"

FerraraToday è in caricamento