rotate-mobile
Il ricordo / Jolanda di Savoia

Superga, il ricordo di Rubens Fadini nella ricorrenza del disastro aereo

Fra le vittime della tragedia del 4 maggio 1949 c'era anche il giovane talento di Jolanda di Savoia

Il 4 maggio del 1949 è una data drammatica, impressa nella memoria italiana. Un incidente aereo nell'area della Basilica di Superga pose fine alla storia sportiva del Grande Torino, consegnando alla leggenda i calciatori granata scomparsi nel disastro insieme ai dirigenti della società dell'epoca con accompagnatori, giornalisti e membri dell'equipaggio.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Fra le vittime di quella tragedia, c'era anche un promettente e talentuoso centrocampista granata, originario di Jolanda di Savoia. Rubens Fadini, il nome che le cronache sportive del tempo stavano imparando a conoscere. Un giovane non ancora ventiduenne che, nell'ultima partita disputata in campionato contro l'Inter, prima dell'amichevole a Lisbona precedente all'incidente, scese in campo al posto del capitano Valentino Mazzola.

La sua storia, luminosa e sfortunata, è stata ripercorsa in un romanzo dall'attore e produttore Stefano Muroni, pubblicato nel 2021 da Pendragon. Un libro, dal titolo 'Rubens giocava a pallone', dove la rappresentazione delle vicende storiche viene integrata e riempita, nei suoi spazi bianchi, dalla creatività dell'autore. Da qui a un racconto che non può prescindere dalla storia della bonifica delle terre ferraresi, dove i concetti di fatica e di sogno viaggiano parallelamente. E dove la memoria, che rimanda all'operosità di una comunità solidale e abituata a misurarsi con i sacrifici, intende porsi come strumento prezioso da esercitare nel presente.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superga, il ricordo di Rubens Fadini nella ricorrenza del disastro aereo

FerraraToday è in caricamento