rotate-mobile
Il ricordo / Malborghetto-Pontegradella / Via Caldirolo

Stragi di Capaci e di via D'Amelio, due targhe in città per ricordare gli agenti

L'iniziativa in memoria delle vittime in divisa è promossa dalla Segreteria regionale del Coisp

Due targhe in città per ricordare gli agenti di scorta, vittime delle stragi di Capaci e di via D'Amelio, a oltre trent'anni di distanza dagli attentati di matrice mafiosa. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Una nota del Cordinamento per l'indipendenza sindacale delle forze di polizia ha spiegato che è stato "dato seguito, a livello nazionale, a una serie di iniziative volte a mantenere vivo, nel cuore e nell'animo dei cittadini italiani, il ricordo di quei nefasti accadimenti di mafia che tanti morti hanno causato, anche tra gli appartenenti alle forze dell'ordine".

La realtà sindacale si è soffermata su "eroi in divisa di cui, purtroppo, in molti non conoscono neppure il nome ma che meriterebbero, invero, di essere assunti quale esempio di alti valori morali e professionali, oltre a insegnamento per i giovani nelle scuole. Poliziotti a cui la vigliacca mano mafiosa ha strappato la vita, i sogni, le aspettative".

Da qui al messaggio "per non dimenticare Antonio Montinaro, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Agostino Catalano, Valter Eddie Cosina, Emanuela Loi, Claudio Traina, Vincenzo Fabio Li Muli", aggiungendo che "su iniziativa della Segreteria regionale di questa organizzazione sindacale, al loro nome è stata dedicata, a Ferrara, la rotonda stradale di via Caldirolo, incrocio con via Pomposa. Due targhe ricordo saranno posizionate il prossimo giovedì 23 maggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stragi di Capaci e di via D'Amelio, due targhe in città per ricordare gli agenti

FerraraToday è in caricamento