rotate-mobile
Lavori pubblici

Casa dell'Ortolano, sopralluogo al cantiere: "Lavori all'80%, fine a settembre"

Presente anche il sindaco Fabbri: "Poi accordo pubblico-privato per la gestione degli spazi"

Sopralluogo alla nuova Casa dell'Ortolano, anche nota come ex ‘Casa dei Polli’, la cui ultimazione dei lavori per l'appalto principale è prevista a fine giugno, gli interventi di completamento a settembre. Sarà 'un balcone che si affaccia sulle Mura' - con 4 mini alloggi pensati prevalentemente per i cicloturisti, orti didattici, deposito e noleggio biciclette, oltre a un bistrot e un'ampia sala polivalente - fruibile alla collettività nelle previsioni entro la fine dell'anno, a seguito di una gara per gestione dell'area.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Come diventerà la Casa dell'Ortolano

Cosa diventerà

Dopo essere stato ristrutturato e riqualificato lo storico complesso rurale ottocentesco, situato lungo le fortificazioni storiche meridionali di Ferrara, sarà a tutti gli effetti la sede di un nuovo polo turistico e ricettivo incentrato sul cicloturismo e sulla sostenibilità ambientale, destinato a ospitare una struttura ricettiva con 4 mini alloggi per cicloturisti e non, con tanto di pergola e spazio per pic-nic, un terrazzo con vista mura, una struttura ricettiva che ospiterà una quarantina di posti al coperto, un ascensore interno per arrivare al piano superiore, un deposito e noleggio bici e gli orti didattici, che verranno sfruttati per iniziative di valorizzazione dei prodotti gastronomici locali e con progetti educativi.

Una fase dei lavori

L’intervento

Sul fienile operai e tecnici hanno realizzato opere di consolidamento strutturale, con la 'puntellatuzione' del solaio, inserimento di travi di rinforzo e cordolature e la soletta di cemento armato di rinforzo al primo piano. Per quanto riguarda l'immobile padronale, sono state consolidate le fondazioni e installati dei cordoli in acciaio. Nell'ex casa colonica sono stati rifatti i solai interpiano e di copertura, è stata ricostruita la porzione nord, precedentemente crollata, con struttura leggera in legno, e rivestimento in doghe di legno carbonizzato.

Su entrambi gli edifici è stata ricostruita la copertura, realizzato inoltre un importante lavoro di restauro delle pareti perimetrali. L’obiettivo è stato quello di conservare il più possibile l'esistente, per mantenere l'anima storica dell'area e anche per massimizzare il reimpiego di materiale edilizio. A tal fine sono stati mantenuti anche i mattoni caduti negli anni che saranno riutilizzati, insieme alle pavimentazioni della stalla al piano terra da realizzare con le tavelle di recupero.

Il sopralluogo del sindaco Fabbri

Il costo

L'intervento ha interessato un'area complessiva di 3.250 metri quadri (antica dimora e vicino immobile adibito in passato a stalla e fienile, oltre al verde esterno), con un costo totale di 3.015.000 euro di fondi comunali, di cui 2 milioni di fondi per le opere principali, in appalto. Tra questi sono previsti 800mila euro per lavori di completamento, che includono opere della sistemazione esterne e del verde, opere esterne di pavimentazioni e di rivestimento dei locali tecnici, arredi interni ed esterni e la fornitura e posa delle illuminazioni e degli arredi. Il sindaco Alan Fabbri ha chiarito che poi si lavoverà ad un accordo tra pubblico e privato per la gestione degli spazi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa dell'Ortolano, sopralluogo al cantiere: "Lavori all'80%, fine a settembre"

FerraraToday è in caricamento