rotate-mobile
Giustizia

L'incontro erotico si trasforma in una rapina: giovane ferrarese a processo

Il ragazzo avrebbe teso una trappola ad un uomo, per poi picchiarlo e rubargli i soldi

L’incontro su internet, la promessa dell’erotismo e, invece, tutto si trasforma in una rapina. E’ quanto è stato ricostruito dall’accusa, in un processo che vede alla sbarra un 20enne ferrarese ed un uomo del Veneziano.

Secondo gli atti dell’inchiesta, infatti, il fatto risale al 2021. In quella circostanza, i due si sarebbero incontrati, come detto, su un sito di incontri riservato esclusivamente agli uomini. Poi avrebbero deciso di darsi appuntamento di persona, con il ragazzo che avrebbe insistito perché ciò avvenisse nella zona di Occhiobello, in golena o comunque lungo l’argine.

Dopo il secco ‘no’ dell’uomo, così, si arriva all’accordo: la zona è sempre adiacente al Po, ma è dietro ad un ufficio postale. Ma qui scatta la violenza. Sempre secondo la ricostruzione fatta in aula, il giovane ferrarese avrebbe infatti preso a pugni l’uomo, sottraendogli il portafoglio (con dentro meno di 100 euro). Così scatta la denuncia ai carabinieri di Migliarino, che ci mettono poco a individuare il presunto autore della rapina.

Ma non è tutto. Mentre i militari dell’Arma proseguono con le indagini, l’uomo veneziano – forse spaventato dal fatto che la vicenda possa diventare pubblica – decide di ritirare la denuncia. Questo, però, non impedisce al procedimento di arrivare in aula, davanti al Gup del tribunale di Rovigo. E qui arriva anche la condanna in primo grado per il ragazzo: due anni, due mesi e 20 giorni, sospesa con la condizionale (all’epoca dei fatti non aveva ancora 21 anni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incontro erotico si trasforma in una rapina: giovane ferrarese a processo

FerraraToday è in caricamento