rotate-mobile
Società / Malborghetto-Pontegradella / Via Caldirolo

Impianti elettrici obsoleti, l'appello di Marani (Cna): "Investite sulla sicurezza"

Oltre la metà degli apparecchi non è a norma e anche una casa in 'standby' consuma

E’ un vero e proprio appello per la sicurezza delle nostre abitazioni quello che viene lanciato da Manuele Marani, imprenditore del settore elettrico e Presidente di Cna Installazione Impianti. “Secondo un sondaggio nazionale rilanciato dal quotidiano ‘il Messaggero’ – spiega Marani - oltre il 70% degli impianti elettrici domestici, in Italia, non sarebbe a norma. Non so se la percentuale esatta sia proprio questa: tuttavia, chi come me opera con gli impianti elettrici di situazioni irregolari, a rischio o di vero e proprio pericolo ne vede tantissime”.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Ma quali sono i problemi più frequenti? “Cavi elettrici troppo sottili – elenca -, apparecchi salvavita vecchi e malfunzionanti, prese volanti, collegamenti fatti da persone senza alcuna professionalità. Nelle giornate di pioggia riceviamo numerosissime chiamate di famiglie che rimangono al buio perché nell’impianto ci sono apparecchiature o fili scoperti: sono tutte situazioni a rischio, che possono far saltare gli impianti ma anche innescare incendi”.

Bisogna tenere presente che in pochi decenni i consumi elettrici sono cresciuti notevolmente ed è quindi cresciuto lo ‘sforzo’ richiesto agli impianti delle nostre case: “Negli anni ’70, un appartamento in stand by consumava circa 20-25 watt. Negli anni ’90 il consumo è passato a 70 watt. Oggi arriviamo a 370 watt, prima ancora di mettere in funzione elettrodomestici e apparecchiature varie”.

Quindi, che cosa bisogna fare? “Il consiglio che dò – spiega Marani - è quello di far controllare il proprio impianto da un tecnico qualificato, e farsi consigliare da lui sugli adeguamenti necessari”. Ma c’è il nodo dei costi. “Ipotizzando il caso peggiore, di dover adeguare l’impianto elettrico di un appartamento di cento metri, in cui non c’è niente a norma, il costo è tra i 2mila e i 4mila euro. Una spesa tutto sommato abbordabile, ma soprattutto un investimento necessario in sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti elettrici obsoleti, l'appello di Marani (Cna): "Investite sulla sicurezza"

FerraraToday è in caricamento