rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Giustizia

Pazienti morte dopo l’operazione agli occhi, aperto un secondo fascicolo

L’ipotesi di reato è omissione di referto, attualmente ancora a carico di ignoti

Svolta nel caso delle donne morte all’ospedale di Cona. La Procura di Ferrara ha, infatti, aperto un secondo fascicolo per i decessi delle due pazienti (Gabriella Cimatti, 81enne di Forlì, e la 70enne Mara Cremonini di San Pietro in Casale) in seguito ad un'operazione di chirurgia oculistica per una patologia tumorale (lo scorso 27 luglio). L'ipotesi di reato è omissione di referto, ma il fascicolo al momento è a carico di ignoti.

Le vittime avevano subito la medesima operazione, ed avevano accusato gli stessi sintomi. Questi due fattori, insieme al fatto che le morti sono avvenute in sequenza, hanno spinto il sostituto procuratore titolare dell'indagine, Andrea Maggioni, a cercare di fare luce su quanto accaduto soprattutto su eventuali ritardi da parte dell'ospedale nella comunicazione all'autorità giudiziaria delle due morti considerate sospette.

Nel caso del secondo decesso, in particolare, l'ospedale ha eseguito l'autopsia nei giorni successivi senza avvisare la Procura, che è stata allertata solamente il 31 luglio (per entrambi i casi). I funerali erano addirittura già stati svolti, e una delle due salme stava per essere cremata. Il sostituto procuratore vuole fare luce anche su queste 'tempistiche'.

Mercoledì mattina, quindi, è stato ufficialmente conferito l'incarico al medico legale Giambattista Golè dell'Istituto di Medicina legale di Torino per l'effettuazione delle due autopsie richieste dalla procura, che ha iscritto 22 persone tra i medici, infermieri e operatori socio-sanitari nel registro degli indagati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazienti morte dopo l’operazione agli occhi, aperto un secondo fascicolo

FerraraToday è in caricamento