rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Sicurezza

Tentativo di scontri prima del match di basket: Daspo per un ferrarese

Gli ultras di Forlì lanciarono sassi e bottiglie contro i tifosi della Sella Cento

Tre Daspo, ad altrettanti tifosi, tra cui figura anche un ferrarese. E’ questo il resoconto di quanto è stato emesso dalla Questura di Forlì-Cesena in relazione ai fatti accaduti poco prima del match di pallacanestro di Serie A2 tra Forlì e Cento.

Sabato 2 dicembre, una ventina di ultras forlivesi, al momento dell’arrivo dei tifosi centesi nel parcheggio ospiti dell’impianto sportivo, hanno iniziato a lanciare insulti e provocazioni verso i rivali da via Camporesi, che corre parallelamente al palazzetto. Nella circostanza, alcuni ultras locali, allo scopo di avvicinarsi ai tifosi ospiti, si sono introdotti nell’area verde che li separava dalla recinzione del palazzetto: due di loro hanno poi messo in opera “condotte violente”.

I due ultras forlivesi

Uno di due – un trentenne di Forlì, già in passato destinatario di un provvedimento di divieto di accesso alle partite di calcio – ha incitato ripetutamente gli ‘amici’ ad attaccare i rivali assumendo l’iniziativa, mentre un altro – un cesenate di 29 anni, anch’egli già destinatario di un provvedimento di divieto di accesso per le competizioni calcistiche, notificato a fine ottobre, per aver partecipato ad episodi di violenza in Olanda in occasione di una partita di calcio della nazionale italiana - si è reso protagonista del lancio di diversi oggetti contundenti all’indirizzo dei tifosi centesi (pietre e bottiglie), fortunatamente senza conseguenze.

Nei confronti dei due ultras, identificati da personale della Digos e della Divisione Anticrimine della Questura, il questore ha emesso provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono incontri di pallacanestro (di qualsiasi tipo, anche amichevoli) rispettivamente per 5 e 10 anni.

L’ultras ferrarese

Un terzo tifoso, residente in provincia di Ferrara, ma appartenente allo stesso gruppo ultras forlivese, ha invece tentato di accedere all’impianto sportivo nascondendo negli indumenti un coltello e utilizzando l’abbonamento di un altro tifoso, rinvenuto durante le fasi di filtraggio. Anche nel suo caso è scattato il Daspo per le partite di pallacanestro per 1 anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentativo di scontri prima del match di basket: Daspo per un ferrarese

FerraraToday è in caricamento