rotate-mobile
Sanità

Sanità, da novembre a maggio 15mila accessi nei 5 Cau in provincia

Dall'apertura in via sperimentale delle strutture, il dato territoriale indica 26.874

Nei 5 Centri assistenza urgenza della provincia di Ferrara sono 15.570 gli accessi dal 15 novembre al 5 maggio. Un dato che sale 26.874, se si considera la data di apertura in via sperimentale delle 4 strutture esclusa Bondeno, operativa dal 2 aprile.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Ampliando lo sguardo a livello regionale, sono quasi 151mila accessi nei primi sei mesi di attività (150.799), dall'1 novembre al 5 maggio. Un dato che supera quota 162mila (162.081) se si considerano anche Ferrara città e provincia, le prime a partire in via sperimentale. Sono i numeri dei 35 Centri di assistenza urgenza operativi in Emilia-Romagna, costantemente monitorati dalla Regione per valutare l'andamento dell'attività su tutto il territorio. 

Un bilancio che si conferma positivo, anche rispetto all'esperienza di chi ha avuto necessità di usufruire del nuovo servizio: dai 3.080 questionari sul gradimento delle strutture compilati a livello regionale, è emerso infatti che l'84,3% dei cittadini valuta "positivamente" o "molto positivamente" il servizio ricevuto, e per l'84,8% il tempo di attesa è stato "adeguato" o "ottimale". Sono 35 i Cau operativi sul territorio regionale. L'82% degli accessi avviene in orario diurno, principalmente da parte di persone tra i 18 e i 64 anni (68%). L'83% dei pazienti viene curato in loco e le patologie a bassa complessità, tra cui problemi ortopedici e gastrointestinali, rappresentano i motivi di accesso più frequenti

Stabile e sempre elevata – oltre l'83% – la percentuale di persone che trovano assistenza e cura direttamente all'interno della struttura (in media 8 pazienti su 10), mentre le patologie più frequenti (53%) legate agli accessi - problemi ortopedici, gastrointestinali e disturbi minori – confermano come i cittadini abbiano compreso il corretto 'utilizzo' dei Centri assistenza urgenza, istituiti dalla Regione proprio per la gestione delle urgenze a bassa complessità, continuando a mantenere in capo ai Pronto soccorso le emergenze.

Per quanto riguarda i tempi di attesa, essi rimangono contenuti, con 45 minuti in media nell'ultima settimana, e con accessi prevalentemente in orario diurno (82%). La maggiore affluenza si registra infatti tra le 8 e le 14, nel 68% dei casi da parte di persone tra i 18 e i 64 anni. Per quanto riguarda il personale medico impiegato nelle strutture, a oggi lavorano 464 medici (205 donne e 259 uomini), di cui oltre il 60% ha meno di 35 anni e il 53% è specializzando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, da novembre a maggio 15mila accessi nei 5 Cau in provincia

FerraraToday è in caricamento