rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Unife

Salvaguardia del patrimonio culturale, una delegazione ucraina a Unife

Lo spin off Inception partecipa all'iniziativa con il suo laboratorio di modellazione 3D

Nella giornata dello scorso 7 novembre, ha fatto tappa all'Università di Ferrara la delegazione ucraina dell'iniziativa 'Sum – Save the Ukraine Monuments'. Iniziativa promossa dal progetto 4Ch, European Competence Centre for the Conservation of Cultural Heritage. All'iniziativa 'Sum', che ha raccolto e messo in sicurezza la documentazione digitale del patrimonio culturale ucraino e fornirà supporto al governo nella ricostruzione del patrimonio danneggiato dalla guerra, lo spin off Inception, incubato nel dipartimento di Architettura di Unife, partecipa con il suo laboratorio di modellazione 3D. 

La delegazione, guidata da Francesco Taccetti, coordinatore nazionale di Infn Chnet e coordinatore del progetto 4Ch, era composta da Volodymyr Chornohor, responsabile del dipartimento di coordinamento delle attività museali, della contabilità e delle fondazioni del dipartimento dei beni culturali del Ministry of Culture and Information Policy ucraino, Lina Doroshenko, responsabile del settore per il monitoraggio della situazione nei territori temporaneamente occupati del Dipartimento dei Beni culturali del Ministry of Culture and Information Policy ucraino, Svitlana Gaga-Sheremetieva, responsabile del Dipartimento di restauro scientifico e conservazione dei monumenti mobili della Riserva nazionale 'Kyiv-Pechersk Lavra', Yurii Savchuk, direttore generale del Museo nazionale della Storia dell'Ucraina nella seconda guerra mondiale, Nelia Kukovalska, direttrice generale della Riserva nazionale 'Santa Sofia di Kiev'.

Ad accogliere la delegazione c'erano il docente Alessandro Ippoliti, direttore del dipartimento di Architettura, il docente Roberto Di Giulio, direttore dello spin off Inception, Federica Maietti, Marco Medici ed Emanuele Piaia, docenti dello stesso dipartimento e membri dello spin off, e la docente Veronica Balboni. In occasione dell'incontro, sono state presentate le attività di documentazione, rilievo, conservazione e restauro svolte dai laboratori di ricerca del dipartimento di Architettura in contesti di emergenza, in particolare relativamente ai danni causati dal sisma che ha colpito l'Emilia nel 2012, al fine di attivare future collaborazioni a supporto delle attività di ricostruzione e attività di formazione. Sono state inoltre presentate le attività di rilievo e modellazione 3D in corso presso il laboratorio sede dello spin off Inception, coordinatore scientifico del progetto europeo '4CH – Competence Centre for the Conservation of Cultural Heritage'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvaguardia del patrimonio culturale, una delegazione ucraina a Unife

FerraraToday è in caricamento