Carabinieri / Comacchio

I complici rubano il bancomat da un'auto, lei ci compra la piadina: presa

Dal coltello alla guida in stato di ebbrezza, fino alle offese: raffiche di denunce

Notte Rosa di divertimento, ma anche di arresti e denunce. E’ quanto accaduto nel corso dell’ultimo fine settimana lungo il litorale comacchiese, con i carabinieri impegnati nei controlli del territorio: il resoconto complessivo è di un arresto, tre denunce e quattro segnalazioni. Ecco, nel dettaglio, ciò che è accaduto.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Piadina con il bancomat rubato

Una 52enne pregiudicata e senza fissa dimora è stata arrestata dai carabinieri di Porto Garibaldi per indebito utilizzo di una carta di pagamento. La donna, dopo essere entrata in possesso di un bancomat rubato domenica pomeriggio da alcuni complici (i quali avevano infranto il vetro di una autovettura parcheggiata sul lungomare ed appartenente a due giovani turisti bolognesi), ha effettuato vari pagamenti contactless in alcuni negozi della zona.

I carabinieri, però, sfruttando l’applicazione della banca installata sul cellulare della vittima, sono riusciti a tracciare gli ultimi prelievi ed individuare la 52enne: la stessa, infatti, aveva pagato alcune pietanze in una piadineria dei Lidi con la carta in questione ed era tornata dopo qualche minuto per ritirare l’ordine.

Ad attenderla ha trovato però i militari dell’Arma che l’hanno trasferita in caserma ed arrestata per ricettazione ed indebito utilizzo di carte di pagamento. Trattenuta in camera di sicurezza, nella mattinata di lunedì 8 luglio è comparsa davanti al Giudice del Tribunale di Ferrara, che ha convalidato l’arresto rinviando l’udienza.

Il coltello sequestrato

Coltello, ebbrezza e offese

Nei guai sono poi finiti anche un operaio russo di 47 anni, denunciato al Lido di Pomposa in quanto all’interno del suo veicolo (con targa svizzera) è stato trovato un coltello di oltre 20 centimetri. Denuncia anche per un operaio 23enne di Cento in quanto fermato a Lido degli Estensi mentre guidava con un tasso alcolico quasi 4 volte superiore al consentito (l’auto è stata sequestrata e la patente ritirata). Infine, la terza denuncia è scattata nei confronti di una 54enne brasiliana per aver offeso i carabinieri, intervenuti a Mesola a seguito di una lite domestica tra la stessa donna e altri inquilini.

Giovani con la droga

Nel corso del servizio sono stati segnalati alla Prefettura estense anche 4 giovani per uso personale di stupefacenti poiché trovati in possesso di una decina di grammi complessivi di hashish nei pressi di locali notturni di Lidi di Spina ed Estensi. In quel frangente, sono state controllate oltre 100persone e una quarantina di veicoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I complici rubano il bancomat da un'auto, lei ci compra la piadina: presa
FerraraToday è in caricamento