rotate-mobile
Istruzione / San Bartolomeo in Bosco

Dal risparmio energetico all'inquinamento luminoso, un progetto per 400 alunni

L'iniziativa scientifica ha offerto ai giovani un percorso ludico di conoscenza dei cicli vitali del cosmo

Un'iniziativa itinerante di carattere scientifico dedicata all'esplorazione dell'universo, dal titolo 'Il cielo, l'altra metà del paesaggio'. Oltre 400 studenti di una ventina di classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado dell'Istituto comprensivo ferrarese 'Alberto Manzi' sono stati coinvolti in cinque giornate da venerdì 19 a martedì 30 aprile. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Le classi coinvolte sono delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado. Gli studenti si sono alternati sperimentando varie esperienze. Dal laboratorio 'Il Sole fonte di vita ed energia' all'osservazione attraverso il telescopio, fino alla pesatura sulla bilancia astronomica con tuta spaziale e foto dalla Luna.

Nell'atrio della scuola secondaria di San Bartolomeo in Bosco è stato posizionato il Planetario, con la cupola gonfiabile per interni, che ha una capienza di 25 posti. Oltre all'osservazione delle stelle, uno spazio è stato dedicato al telescopio per l'osservazione del sole e un altro spazio per provare l'esperienza di indossare una tuta spaziale con la possibilità di fare una foto con sfondo lunare, per l'installazione di una bilancia spaziale, per conoscere come il proprio peso varia in funzione del pianeta.

Il progetto nasce per promuovere la cultura del risparmio energetico, la conoscenza delle problematiche relative all'inquinamento luminoso e la divulgazione delle norme per la sua riduzione e per il risparmio energetico. Obiettivo offrire agli alunni un percorso ludico di conoscenza dei cicli vitali che regolano il cosmo. L'iniziativa è stata promossa e finanziata dall'Amministrazione comunale di Ferrara attraverso l'assessorato alla Pubblica istruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal risparmio energetico all'inquinamento luminoso, un progetto per 400 alunni

FerraraToday è in caricamento