Amministrazione / Tresignana

Sconto sulla Tari per negozi e imprese, in arrivo dal Comune 40mila euro

L'aiuto dell'amministrazione è valido sulla parte variabile della tariffa: come ottenerlo

Un aiuto concreto alle imprese del territorio. E’ quanto è stato messo in campo dall’amministrazione comunale di Tresignana. Anche quest’anno, infatti, è stato previsto uno stanziamento di 40mila euro che consentirà una riduzione della Tari (tariffa sui rifiuti) per l’anno 2023, dedicata alle utenze non domestiche (negozi, pubblici esercizi, attività artigianali e industriali, uffici,).

La riduzione sarà applicata alla parte variabile della tariffa. I beneficiari della misura non dovranno produrre alcuna domanda o documento: la riduzione, infatti, verrà applicata dalla società Clara, gestore della raccolta rifiuti sul territorio, cui saranno direttamente trasferite le risorse stanziate attraverso un’apposita variazione di Bilancio da parte del Comune.

L’applicazione della copertura del costo della tariffa delle utenze non domestiche sulla fatturazione dell’ultimo quadrimestre anno 2023 verrà riportata in fattura con la dicitura ‘sconto del 33,5% applicato in base alla determinazione n.186 del 14-12-2023 del Comune di Tresignana’. Dunque, la misura verrà applicata in maniera automatica, senza aggravi burocratici per le attività interessate.

“Riproponiamo anche quest’anno la riduzione della Tari per le utenze non domestiche del nostro territorio comunale - dichiara il sindaco di Tresignana, Laura Perelli –. Una misura con cui la nostra amministrazione comunale intende sostenere le attività produttive locali, che rappresentano una parte imprescindibile del nostro tessuto economico, ed è volta a mitigare la situazione di criticità e gli effetti della faticosa ripresa economica nel periodo post Covid che le imprese stanno ancora affrontando”.

Volutamente, per l’applicazione della riduzione si è voluto adottare un sistema snello come quello del riconoscimento diretto in fattura: “Abbiamo pensato di adottare questa soluzione – prosegue la prima cittadina – per evitare aggravi burocratici per le imprese, con non dovranno produrre domande o documentazioni. Abbiamo voluto dare un concreto segnale di sostegno alle nostre attività locali, allo scopo di favorire la loro piena ripresa dopo anni complessi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sconto sulla Tari per negozi e imprese, in arrivo dal Comune 40mila euro
FerraraToday è in caricamento