rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Ambiente

Riduzione della plastica: erogatori d'acqua a disposizione dei bambini nelle scuole

Verranno installati anche i conta-litri per fornire dati utili per le attività didattiche

Un nuovo passo per la riduzione della produzione dei rifiuti in plastica monouso nelle scuole. Una finalità perseguita dal Comune di Ferrara, attraverso l'installazione di erogatori di acqua da bere all'interno degli edifici scolastici. L'obiettivo è dare un'alternativa ai bambini che frequentano la scuola primaria e quella secondaria di primo grado per dissetarsi durante la giornata, evitando l'utilizzo dei contenitori in plastica usa e getta.

"Dopo aver consegnato le borracce a tutti i bambini - ha spiegato l'assessora comunale alla Pubblica istruzione Dorota Kusiak - ora procediamo nell'ambito delle politiche ambientali nelle scuole con l'installazione delle fontanelle in tutte le strutture scolastiche, complete delle informazioni che spiegano le modalità di utilizzo. Il progetto vede protagonisti i più piccoli per una politica di attenzione all'ambiente, in modo da poter portare avanti abitudini che ogni giorno aiutano a ridurre l'accumulo di rifiuti inquinanti. Quest'anno le borracce sono state distribuite già anche agli alunni delle prime classi. L'installazione degli erogatori verrà invece completata nelle prossime settimane. Insieme con le fontanelle, verranno installati anche i conta-litri che quantificano il consumo dell'acqua, in modo da avere a disposizione dati utili anche per le attività didattiche".

Una nota del Comune ha spiegato che "gli erogatori di acqua potabile verranno installati nei plessi scolastici delle scuole dell'obbligo di tutto il Comune di Ferrara, perché per motivi igienici l'acqua da bere non può essere prelevata dai rubinetti presenti nei servizi igienici". L'obiettivo è incentivare l'uso di acqua di rete e riduzione significativa dei rifiuti in plastica monouso, attraverso azioni specifiche che mirano all'uso consapevole e responsabile delle risorse ambientali.

A questo proposito, l'Amministrazione comunale di Ferrara ha partecipato a un Bando per la concessione e il riconoscimento di contributi a favore di progetti comunali di prevenzione e riduzione dei rifiuti. L'Atersir ha approvato la graduatoria dei beneficiari e impegno di spesa, riconoscendo un contributo pari a 60mila euro sull'importo richiesto di 162.372 euro. Il Comune di Ferrara, ha di seguito acquistato e distribuito nelle scuole primarie e secondarie di primo grado le borracce in acciaio ed eseguito le analisi di verifica conformità e provveduto alla progettazione e affidamento dei lavori per la predisposizione impiantistica, oltre all'acquisto e posa degli erogatori.

Gli erogatori

Il progetto prevede l'installazione di 45 erogatori d'acqua costituiti da lavamani a muro, con schienale, in acciaio inox, da posarsi negli spazi distributivi a servizio delle aule per la didattica, in adiacenza a pareti nelle quali sono presenti reti di adduzione e scarico di apparecchi sanitari, al fine di permetterne l'agevole allacciamento, dotati di bocca di erogazione alta, comando temporizzato a ginocchio, privi di spigoli vivi e di conta litri per la verifica dei consumi idrici. Al fine di mantenere le caratteristiche antiscivolo delle pavimentazioni esistenti, anche in presenza di bagnato, saranno posate strisce antiscivolo sul perimetro dell'area di pertinenza dell'erogatore, mentre la parete di fissaggio verrà tinteggiata con smalto murale fino a una altezza di un metro e 20 centimetri.

Dal punto di vista economico, il progetto è finanziato per 60mila euro con contributo dell'Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi idrici e rifiuti, e per 40mila euro con fondi propri dell'ente, per un importo complessivo di progetto pari 100mila euro, di cu79.300,00 per lavori, costituiti da 77.850 euro per opere impiantistiche ed edili, 640 euro per lavori da contabilizzarsi con liste settimanali, e 810 euro per costi per la sicurezza.

Erogatore d'acqua

Le strutture scolastiche

Gli istituti scolastici interessati dall'installazione di erogatori di acqua sono l'Istituto Comprensivo Govoni con la scuola primaria Govoni, la Scuola primaria Doro, la scuola primaria Leopardi e la scuola primaria Poledrelli, l'Istituto Comprensivo Tura con la Scuola primaria Mandela, la Scuola primaria della Sala e la Scuola secondaria di primo grado Mazza via Battara, l'Istituto Comprensivo Costa con la Scuola primaria Costa via e la Scuola primaria Guarini, l'Istituto Comprensivo Manzi con la Scuola primaria Gaibanella, la Scuola primaria San Martino, la Scuola primaria San Bartolomeo e la Scuola secondaria di primo grado San Bartolomeo, l'Istituto Comprensivo Perlasca con la Scuola primaria Mosti, la Scuola primaria Pascoli e la Scuola primaria Tumiati, l'Istituto Comprensivo Alighieri con la Scuola primaria Rossetti, l'Istituto Comprensivo De Pisis con la Scuola primaria Franceschini, la Scuola primaria Fondoreno e la Scuola secondaria di primo grado Porotto, l'Istituto Comprensivo Don Milani con la Scuola primaria Ciari, la Scuola primaria Baura, la Scuola primaria Don Milani, la Scuola primaria Pontegradella, la Scuola primaria Quartesana, la Scuola secondaria di primo grado Baura, la Scuola secondaria di primo grado Cona. Le scuole secondarie di primo grado dei vari Istituti Comprensivi non comprese nell'elenco, saranno oggetto di un successivo intervento, da finanziare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riduzione della plastica: erogatori d'acqua a disposizione dei bambini nelle scuole

FerraraToday è in caricamento