rotate-mobile
Commercio

Distese dei locali, regolamento semplificato: addio all'ok della Soprintendenza

Introdotto un nuovo meccanismo con tempi di risposta contenuti in 60 giorni

Per i dehors base (sedie e tavolini all'aperto) non servirà più l'autorizzazione della Soprintendenza. E con l'introduzione del meccanismo semplificato, la pubblica amministrazione garantisce tempi certi di risposta per il via libera all'utilizzo di spazi esterni da parte delle attività. Sono queste due delle innovazioni introdotte dal nuovo ‘Regolamento dehor’ del Comune, il primo post-Covid.

Il regolamento è stato elaborato e condiviso con le associazioni di categoria e con quelle del mondo della disabilità, recepisce le osservazioni della Soprintendenza e nelle prossime settimane sarà presentato in Consiglio comunale, per il via libera definitivo.

L'assessore Fornasini con le associazioni di categoria

Dopo tre anni di gratuità, in epoca pandemica (2020-2021-2022), i canoni sono stati abbattuti del 50% rispetto alle tariffe storiche, risalenti al 2007. Nel frattempo è in corso l'interlocuzione con le categorie interessate per definire il tariffario 2024.

“Il nuovo Regolamento dehor - ha dichiarato l'assessore al Commercio, Matteo Fornasini - intende introdurre una notevole sburocratizzazione e strumenti amministrativi di semplificazione per gli operatori che chiederanno la concessione delle distese. Le risposte saranno assegnate entro 60 giorni, al termine dei quali l'amministrazione provvederà a rilasciare la concessione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distese dei locali, regolamento semplificato: addio all'ok della Soprintendenza

FerraraToday è in caricamento