rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Violenza / Centro Storico / Corso Ercole I d'Este, 16

Contro la violenza su donne e minori, firmato in Prefettura il protocollo d'intesa

Numerosi gli attori protagonisti, in ballo una lunga serie di iniziative: tutti i dettagli

Tutti uniti contro la violenza. E’ stato sottoscritto mercoledì mattina, in Prefettura, il ‘Protocollo d’intesa per la promozione di strategie finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e dei minori’ che raccoglie e valorizza, alla luce delle iniziative sperimentate sul territorio e delle novità normative intervenute, l’esperienza del precedente atto pattizio sul tema firmato nel 2016.

Le finalità

Frutto di uno stretto e costante coordinamento fra tutti gli attori coinvolti, il protocollo d’intesa è finalizzato a favorire non solo l’emersione di quelle situazioni in cui si registrano violenze, maltrattamenti, atti persecutori, ma anche l’individuazione e la valorizzazione di strategie che, oltre a perseguire gli autori del reato, garantiscano la tutela, il sostegno e la cura di chi subisce abusi.

Le iniziative

Fra le iniziative fondamentali da perseguire vi sono anche quelle di informazione e di sensibilizzazione per sviluppare una cultura più attenta al problema, nonché i programmi di presa in carico di uomini autori di comportamenti violenti nelle relazioni affettive, presso i centri specializzati.

Le linee guida

In tale prospettiva costituiscono buone prassi da adottare, da parte dei soggetti coinvolti, ciascuno secondo i rispettivi ambiti di competenza, le ‘Linee guida per l’accoglienza e il trattamento, in ambito sanitario, delle donne vittime di violenza’ predisposte dalle aziende sanitarie di Ferrara ed attive dal 2012 e le direttive della Procura della Repubblica di Ferrara inserite nel ‘Protocollo per le forze dell’ordine in tema di reati intrafamiliari e contro soggetti vulnerabili’, aggiornate periodicamente dal 2016.

Rete antiviolenza

Il protocollo crea i presupposti per l’istituzione di una rete antiviolenza che impegna gli enti firmatari ad avviare azioni comuni volte alla definizione di un piano strategico che operi sia a livello provinciale che locale. Analoghi documenti operativi sono infatti già vigenti ed altri sono in via di definizione a livello distrettuale per favorire le prassi operative delle reti territoriali che si occupano della violenza di genere.

Il sindaco

“Si tratta di un nuovo passo per responsabilizzarsi attivamente, fornendo nuove risposte, di fronte a un fenomeno disumano – ha commentato Alan Fabbri -. Non possiamo darla vinta a chi pensa di avere il possesso su un'altra persona. Come enti locali stiamo facendo la nostra parte. L’impegno c’è e potenzieremo sempre più le risposte, ma a livello nazionale è fondamentale che si garantiscano pene certe e adeguate affinché si disinneschi, da subito, di fronte al rischio, la spirale delle violenze”.

I firmatari

Questi gli enti e le amministrazioni che hanno proceduto quest’oggi alla sottoscrizione del protocollo: Prefettura, Comune, Tribunale, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ferrara, Tribunale per i Minorenni dell’Emilia Romagna di Bologna, Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni dell’Emilia Romagna di Bologna, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, Comando Provinciale della Guardia di Finanza, Unife, i Comuni di Cento, Codigoro e Copparo, Ufficio Scolastico Regionale VI Ambito Territoriale, Azienda Usl, Azienda ospedaliera, Ordine degli Avvocati, Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Ordine dei Farmacisti, Federfarma, Farmacie Comunali, Associazione ‘Centro Donna Giustizia’, Centro di Ascolto per Uomini Maltrattanti, Unione Donne in Italia, Rotary Club e Ascom.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la violenza su donne e minori, firmato in Prefettura il protocollo d'intesa

FerraraToday è in caricamento