rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Politica

Proroga del contratto Tper, preoccupazione dal Terzo Polo: "Modalità impraticabile e inaccettabile"

A intervenire sull'indiscrezione della mancata gara sono i coordinatori di Italia Viva e Azione

Preoccupazione. E’ questo il sentimento che anima Azione e Italia Viva all’indomani dell’indiscrezione secondo la quale “la gestione del trasporto pubblico ferrarese sarà affidata nuovamente a Tper (per altri tre anni), non attraverso una gara, come richiederebbe la normativa vigente sugli appalti, bensì attraverso una proroga dell'attuale contratto”.

A voler chiarire la vicenda sono, nello specifico, i coordinatori provinciali Licia Barbieri e Federico Orlandini (Italia Viva) e Alberto Bova (Azione). “Si tratta – spiegano – di una modalità impraticabile e inaccettabile per noi di Azione-Italia Viva che da sempre sosteniamo che l’affido dei servizi pubblici debba passare attraverso una vera selezione competitiva, in modo da garantire, anche in quest’ambito, oltre al rispetto di quanto prevede la normativa sull'affidamento degli appalti dei servizi pubblici, una sana concorrenza finalizzata ad offrire ai cittadini sempre il servizio migliore al prezzo più competitivo possibile. L'affidamento dei servizi attraverso le gare, per noi del terzo polo, rappresenta certamente un elemento identitario fondamentale che porteremo come elemento imprescindibile alle prossime elezioni, anche nel dialogo con le altre forze politiche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga del contratto Tper, preoccupazione dal Terzo Polo: "Modalità impraticabile e inaccettabile"

FerraraToday è in caricamento