rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Sanità / Aguscello-Cona-Quartesana / Via Aldo Moro, 8

Pronto soccorso, a Cona oltre 86mila accessi: "Tempi di attesa ridotti"

I numeri, in aumento, sono riferiti agli ultimi dodici mesi: tutti i dati

Nell'arco del 2023, gli accessi ai Pronto soccorso della provincia di Ferrara sono aumentati, pur senza raggiungere i picchi pre Covid. Una situazione, caratterizzata anche da migliori parametri relativi ai tempi d'attesa

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

In particolare, all'ospedale di Cona i tempi di permanenza medi all'interno del reparto sono scesi di un'ora e 50 minuti rispetto al 2022, passando da 6 ore e 31 minuti a 4 ore e 41 minuti. E' inoltre diminuita di 13 punti la percentuale di pazienti rimasti in Ps oltre 7 ore. E' infine dimezzato il tasso d'abbandono, cioè di quei pazienti che lasciano il Ps senza aver completato l'.iter perché stanchi di aspettare. 

Uno scenario in stretto collegamento alle misure messe in campo dalla Direzione aziendale nel corso dell'anno, a partire dall'attivazione dei Centri assistenza urgenza che, in base al dato stimato su base annua, hanno 'risparmiato' ai Pronto soccorso provinciali circa seimila accessi di codici verdi e bianchi. Una nota aziendale ha spiegato che "molti aspetti e situazioni vanno ancora migliorati e lo si farà, ma i risultati stanno arrivando".

I dati sugli accessi nei Ps nel 2023

Le strutture di Pronto soccorso e Medicina d'urgenza e il 118 costituiscono il cuore del sistema di emergenza-urgenza e garantiscono accesso alle cure secondo criteri di priorità clinica ed equità. Nella rete di offerta dei servizi, il Ps è chiamato a dare risposte ai pazienti in condizioni di elevata gravità come infarto, traumi, sepsi, ictus, ma viene utilizzato anche per situazioni meno gravi o non gravi, spesso in modo improprio.

Scorrendo i dati dei Pronto soccorsi attivi in provincia nel 2023, l'ospedale di Cona (Pronto soccorso di II livello) ha avuto 86.761 accessi; l'ospedale Mazzolani-Vandini (Pronto soccorso di I livello) ha avuto 14.271 accessi; l'ospedale Santissima Annunziata di Cento (Pronto soccorso di I livello) ha avuto 21.528 accessi; l'ospedale del Delta di Lagosanto (Pronto soccorso di I livello) ha avuto 24.649 accessi.

Nel loro complesso, i Ps della provincia hanno avuto nel 2023 147.209 accessi. Di questi 70.653 (pari al 43,9%) sono stati codici verdi e bianchi. Gli accessi sono aumentati in tutti i Ps, ad eccezione di quello di Cento in cui sono rimasti stazionari. "Durante il periodo Covid - ha proseguito la nota - si è registrata una forte flessione di accessi ai Ps: se il tasso di crescita 2013-2019 si fosse mantenuto costante anche negli anni successivi, il valore teorico di accessi nel 2023 sarebbe stato pari a circa 167mila, contro i 147mila osservati".

La nota aziendale ha concluso che "nel corso del 2023 sono state messe in atto soluzioni tecnico professionali, organizzative e strutturali all'interno dei Ps e degli ospedali, al fine di garantire il controllo dei tempi di permanenza dei pazienti in Ps, governando i flussi e i percorsi interni con l'ottimizzazione della tempistica sulle dimissioni e sui ricoveri. Sono state inoltre attivate azioni finalizzate a limitare gli accessi impropri ai Ps".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso, a Cona oltre 86mila accessi: "Tempi di attesa ridotti"

FerraraToday è in caricamento