rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Ricorrenza

Giornata contro la violenza sulle donne, il programma di tutte le iniziative organizzate in città

Nelle diverse manifestazioni, sia venerdì sia sabato, saranno coinvolti i cittadini e gli studenti

Un intero fine settimana per dire no alla violenza sulle donne. Sono diversi, in tal senso, gli appuntamenti che tra venerdì e domenica troveranno spazio all’interno della città di Ferrara per cercare di sensibilizzare la popolazione circa una piaga ancora ben presente nella società moderna.

Prima spazio e voce alle giovani generazioni per dare risalto ai lavori che nelle scuole, studentesse e studenti svolgono con i docenti di riferimento, hanno affrontato sul fenomeno della violenza di genere. E’ questo l’obiettivo dell’incontro che, venerdì, si terrà nella sala del Consiglio comunale.

Una mattinata intensa, che comincia alle 9 con i saluti del prefetto Argentieri e dell’assessore Kusiak. Poi spazio agli studenti, con la proiezione del video ‘Se le sue mani avessero ascoltato’ dell’istituto Copernico-Carpeggiani, la presentazione del progetto ‘La violenza di genere in classe attraverso il graphic novel’ e dei video dell’Einaudi.

Quindi sarà il turno di un progetto del Carducci, seguito dalla testimonianza di Lucia Panigalli circa la mancata giustizia nei confronti delle vittime. Poi prenderanno la parola, nell’ordine, Rita Reali (presidente Comitato pari opportunità dell’Ordine degli avvocati di Ferrara), Matteo Pancaldi (segretario del Comitato), Daria Baglioni (Centro Donna Giustizia), Lida Accorsi (Udi) e Michele Poli (Centro ascolto uomini maltrattanti).

Sabato, nella stessa sede, dalle 10 alle 12 si svolgerà l’incontro ‘Prepotenze. Nuove forme di violenza nell'era digitale’, organizzato dall'associazione Donne Medico di Ferrara. Dopo i saluti della presidente, Cristina Tarabbia e dell'assessore Kusiak, la neuropsichiatra infantile Dina Benetti affronterà il tema delle possibili dissonanze evolutive del bambino legate all'abuso dei social media quali narcisismo digitale, analfabetismo emotivo, ego-surfing, nomofobia, phubbing, cyber-bullismo. A seguire, Rosa Maria Gaudio, medico legale, disserterà sui nuovi comportamenti nocivi e rischiosi contro i medici e il personale sanitario: cyber-stalking, shitstorm, diffamazione sui social, molestie, atti persecutori.

Parallelamente, la direzione della sede estense di Confagricoltura ha deciso di acquistare un centinaio di chili di clementine da regalare ai propri dipendenti contribuendo così alla raccolta fondi. L’intero ricavato sarà destinato alla Casa delle Donne di Bologna, che ogni anno accoglie, sostiene e ospita le donne che subiscono violenze di ogni genere e chiedono aiuto.

Venerdì mattina, il questore Salvatore Calabrese e la direttrice Ausl Monica Calamai sigleranno un protocollo, segno di una collaborazione volta a prevenire la violenza di genere. Il documento propone un percorso di consapevolezza, con l’obiettivo di aiutare l’autore della violenza a riconoscere il disvalore sociale del proprio comportamento, avviando così anche un percorso di cambiamento.

Nel pomeriggio, invece, gli agenti di polizia allestiranno, all’interno della galleria del centro commerciale ‘Il Castello’, uno stand informativo teso a illustrare quali strumenti sono a disposizione delle donne per segnalare e difendersi da eventuali atti di violenza, arricchendo il momento di incontro mediante la distribuzione di brochure divulgative legate al progetto “Questo non è amore …”, contenenti consigli sul tema della violenza di genere.

Sempre venerdì, le Aziende sanitarie tappezzeranno i bagni pubblici femminili presenti negli ospedali, Case della Salute e di Comunità e in tutte le strutture aziendali sul territorio con un adesivo multilingua (italiano, francese, inglese e arabo) contenente il numero di emergenza 1522.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata contro la violenza sulle donne, il programma di tutte le iniziative organizzate in città

FerraraToday è in caricamento