rotate-mobile
Scienza / Centro Storico / Slargo Florestano Vancini

Il Museo di storia naturale entra nel futuro: con 'Virtual' pronto un viaggio in 3D nelle sale e nei depositi

Il progetto, da 11mila euro, consentirà di poter usufruire dell'intero patrimonio anche durante i lavori di restauro

Un viaggio in tre dimensioni, all’interno del museo e dei suoi depositi, per scoprire i segreti degli ecosistemi e della fauna del territorio. Ad entrare, a grandi passi, nel futuro è, in questo caso, il Museo civico di storia naturale che – grazie al progetto ‘Virtual’ – potenzia la propria offerta con contenuti digitali.

Si tratta di un’idea che valorizzerà ancor di più quello che è il più importante museo naturalistico della regione e che, soprattutto, permetterà al pubblico di usufruire di tutto il materiale presente tramite il web, quando il polo di Largo Vancini verrà chiuso (l’anno prossimo) a causa dei lavori di riqualificazione.

Per portare avanti un simile percorso, è stata necessaria una variazione di bilancio: in tutto, la rivoluzione tecnologica costerà 11mila euro, di cui 7.700 finanziati dalla Regione e 3.300 dal Comune. Grazie alla collaborazione con Laboratorio Aperto dell’ex Teatro Verdi, dunque, sarà possibile affrontare un tour virtuale a scopo didattico in tre dimensioni e visionare cinque video educational.

La particolarità, come detto, sta anche nel fatto che saranno sarà visibile l’intero patrimonio del museo, anche quello ‘nascosto’, ovvero conservato nei depositi. “In occasione dei 150 anni – commenta l’assessore all’Ambiente, Alessandro Balboni – il museo è pronto a offrire ai visitatori tutta la propria documentazione. Poi, dopo i lavori, verrà restituito alla città con un nuovo allestimento e la piena accessibilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Museo di storia naturale entra nel futuro: con 'Virtual' pronto un viaggio in 3D nelle sale e nei depositi

FerraraToday è in caricamento