rotate-mobile
Violenza

Formazione, incontri e uno sportello: il progetto di Cidas contro la violenza di genere

La cooperativa ha messo in campo un'iniziativa che si estenderà anche al 2024

A un anno esatto dal lancio del progetto ‘Io parlo donna’, Cidas annuncia le azioni e gli strumenti che saranno attivati a breve a favore delle donne (della stessa cooperativa) che dovessero essere vittime di violenza.

La fase progettuale si è completata con la sintesi elaborata da una commissione mista, costituita da membri interni ed esterni alla cooperativa, tra cui la presidente del Centro Donna Giustizia di Ferrara, Paola Castagnotto, e la consigliera alle Pari opportunità della Provincia, Annalisa Felletti.

Da gennaio 2024 prenderà il via un percorso formativo mirato a sviluppare competenze e sensibilità per riconoscere i segnali di violenza, cogliere le richieste d’aiuto non esplicite e supportare coloro che dovessero essere vittime di violenza.

A partire dal mese di marzo, le lavoratrici e i lavoratori di Cidas saranno tutti coinvolti in incontri di sensibilizzazione, volti a gettare i semi per lo sviluppo e la diffusione di una cultura di rispetto della donna. Inoltre, sarà attivato uno sportello - raggiungibile attraverso telefono, posta elettronica, modulo di contatto, urne nei servizi -, che permetterà alle eventuali vittime di inoltrare una richiesta d’aiuto.

Infine, a tutto ciò si aggiunge un gruppo di lavoro permanente, costituito da coloro che hanno partecipato al progetto con le loro proposte, che si occuperà di monitorare l’andamento delle diverse attività, produrre una reportistica annuale e suggerire miglioramenti per incrementare l’efficacia del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione, incontri e uno sportello: il progetto di Cidas contro la violenza di genere

FerraraToday è in caricamento