rotate-mobile
Giustizia

Giustizia, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Vittorio Sgarbi

La vicenda risale al 2020 e riguarda l'acquisto di un dipinto di Vittorio Zecchin

Vittorio Sgarbi torna al centro della cronaca giudiziaria. La Procura di Roma ha, infatti, chiesto per il presidente della Fondazione Ferrara Arte il rinvio a giudizio, con l’accusa di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Alla base, un presunto mancato pagamento di debiti con l’Agenzia delle Entate per un importo di circa 715mila euro. La vicenda riguarda l’acquisto all’asta di un dipinto di Vittorio Zecchin, in cui figurava come acquirente la compagna dell’ex sottosegretario alla Cultura.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Vittorio Sgarbi

FerraraToday è in caricamento