rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Università

Nodo alloggi, Unife e Comune in sintonia: "Rilanciamo la piattaforma online per domanda e offerta"

Al centro delle idee, anche il progetto Feris e la costruzione di ulteriori posti letto e laboratori in varie zone della città

Il nodo degli alloggi per gli studenti universitari arriva sulla scrivania dello stesso Ateneo. E su quella dell'amministrazione che, di concerto con la rettrice Laura Ramaciotti, ha voluto iniziare a sondare il terreno per possibili soluzioni. Mancano le stanze per gli universitari. E quelle che ci sono in città, per molti ragazzi, sono troppo care. Così, giovedì in Rettorato si è svolto un primo tavolo tecnico tra gli attori in campo. A rispondere all'invito delle istituzioni erano presenti anche le sigle sindacali, le associazioni, i rappresentanti di categoria e i proprietari di immobili.

Oltre ad alcune opzioni disponibili in città e provincia, il Tavolo ha evidenziato la necessità di riprendere la progettualità avviata prima della pandemia e interrotta a causa dell’emergenza sanitaria. In primo luogo, garantendo un presidio delle informazioni rivolte agli studenti e alle loro famiglie, da mettere in pratica anche attraverso il rilancio di una piattaforma informatica unica che faciliti l’incontro tra domanda e offerta di alloggi, nello specifico per il settore studentesco.

“Come Ateneo – ha spiegato Ramaciotti – abbiamo candidato a un finanziamento nazionale un progetto per la realizzazione di 130 posti letto in via Ippodromo, c'è il progetto Feris e, parallelamente, stiamo portando avanti la costruzione di aule e di laboratori per ulteriori 2mila posti, oltre a diversi altri progetti di riqualificazione e adeguamento. Siamo comunque consapevoli della necessità di allargare il più possibile la collaborazione. L’emergenza Erasmus ormai è rientrata e ora ci apprestiamo ad affrontare le ulteriori richieste. Verrà inoltre implementata una piattaforma che faciliterà l’incontro tra domanda e offerta di alloggi”.

“Siamo disponibili ad attivare e a riprendere tutte le interlocuzioni e collaborazioni necessarie ad affrontare un tema così complesso - ha dichiarato l’assessore ai Rapporti con Unife, Alessandro Balboni - che per alcuni aspetti è sempre stato presente, per altri invece mostra caratteristiche nuove. Il progetto Feris, del resto, va proprio nella direzione di migliorare l’accoglienza degli studenti, che rappresentano un fondamentale valore aggiunto per tutta la città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodo alloggi, Unife e Comune in sintonia: "Rilanciamo la piattaforma online per domanda e offerta"

FerraraToday è in caricamento