rotate-mobile
La premiazione / Centro Storico / Via Borgo dei Leoni

Tesi innovative ed originali, il Consorzio di Bonifica premia tre laureati

Consegnati a Palazzo Naselli Crispi i tradizionali i riconoscimenti agli studenti

Un riconoscimento alle idee innovative e alla capacità di comprendere e analizzare il territorio ferrarese del passato e del presente da diversi punti di vista per progettare il futuro, anche alla luce delle sfide climatiche e ambientali. Queste le motivazioni che hanno portato all’assegnazione dei tre premi di laurea biennali, ormai una tradizione per il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, che sono stati consegnati venerdì 31 maggio con una cerimonia a Palazzo Naselli Crispi.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Premio di laurea Giorgio Ravalli

Il ‘Premio di laurea Giorgio Ravalli’ – dedicato a una delle figure più autorevoli del mondo della bonifica ferrarese, direttore generale e presidente del secondo Circondario Polesine di San Giorgio fino al 1995 – è andato ex equo a due elaborati che trattano tematiche legate a ai cambiamenti climatici e alla risalita del cuneo salino: “Climate Chan(c)e. Un progetto per il litorale ferrarese” di Francesca Bulgarelli, Tommaso Gnani ed Elisa Oca; “Monitoraggio geoelettrico ed elettromagnetico per lo studio del cuneo salino nel Po di Goro” di Enrico Ferrari.

Premio di laurea Matteo Giari

Il ‘Premio di Laurea Matteo Giari’ – che nasce per onorare la memoria di un grande tecnico della bonifica, direttore Generale del Consorzio di bonifica primo Circondario Polesine di Ferrara fino al 2008 - è stato assegnato a una tesi strettamente legata alle attività del Consorzio, che punta a migliorare la gestione e rendere più efficienti le reti irrigue: “Analisi idrauliche per l’efficientamento della gestione di una rete irrigua del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara” di Emanuele Anderlini.

Premio di laurea Giuliana Mazzotti

Il ‘Premio di laurea Giuliana Mazzotti’ – nato per volontà del Consorzio e della famiglia Mazzotti per valorizzare il patrimonio archeologico del territorio ferrarese, spesso venuto alla luce grazie alle opere di bonifica – è stato assegnato alla tesi “Le opere di bonifica e la scoperta delle testimonianze archeologiche del passato nel Ferrarese” di Alessandra Pedrelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tesi innovative ed originali, il Consorzio di Bonifica premia tre laureati

FerraraToday è in caricamento