rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
La cerimonia / Copparo

Precetto pasquale, celebrazioni a ricordo del vicebrigadiere Salvo D'Acquisto

A officiare le due messe è stato il cappellano militare della Legione Emilia Romagna don Giuseppe Grigolon

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Copparo, nel corso della mattinata di giovedì 22 febbraio, ha ospitato la celebrazione della messa per il Precetto pasquale per i carabinieri della locale Compagnia. A officiare la funzione religiosa, alla quale ha partecipato anche il sindaco Fabrizio Pagnoni, è stato il cappellano militare della Legione carabinieri Emilia Romagna Don Giuseppe Grigolon. Durante la messa, il sacerdote ha ricordato Salvo D'Acquisto, storica figura molto cara all'Arma e alla nazione tutta. Il vicebrigadiere dei carabinieri, infatti, nel difficile periodo della seconda guerra mondiale, si sacrificò volontariamente il 23 settembre del 1943 a Torre in Pietra, in provincia di Roma, quando appena 23enne, assumendosi la responsabilità della morte di due soldati tedeschi rimasti coinvolti in un'esplosione di due ordigni presso la Torre di Palidoro, venne fucilato dai militari della Germania nazista. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Il suo sacrificio salvò la vita di ventidue civili, selezionati come vittime dalle forze tedesche per via delle leggi di rappresaglia allora vigenti. Per il suo gesto di coraggio è stato insignito della Medaglia d'oro al valore militare alla memoria. Testimoni dell'accaduto ebbero a riferire che "quantunque malmenato e a volte anche bastonato dai suoi guardiani, serbò un contegno calmo e dignitoso", mostrandosi "impassibile anche di fronte alla morte". Su di lui anche San Giovanni Paolo II, nel 2001 durante il suo pontificato, si espresse dicendo: "La storia dell'Arma dei carabinieri dimostra che si può raggiungere la vetta della santità nell'adempimento fedele e generoso dei doveri del proprio stato. Penso, qui, al vostro collega, il vicebrigadiere Salvo D'Acquisto, Medaglia d'oro al valore militare, del quale è in corso la causa di beatificazione". L'esempio di Salvo D'Acquisto è stato il tema del sermone di Don Grigolon, che ha ricordato come la vita del Carabiniere deve essere improntata alla vicinanza e alla difesa della popolazione. La funzione ha visto la partecipazione anche di una nutrita rappresentanza della Compagnia Carabinieri di Copparo e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Precetto pasquale a Portomaggiore

Il cappellano militare don Giuseppe Grigolon, nel pomeriggio di mercoledì 21 febbraio, ha inoltre celebrato il precetto pasquale in presenza dei carabinieri della Compagnia di Portomaggiore, nella chiesa collegiata. Un'ulteriore occasione per parlare di Salvo D'Acquisto, nominato 'Servo di Dio', in attesa della beatificazione, eroica figura di vicebrigadiere dei carabinieri. Presenti numerosi militari, arrivati dalle otto Stazioni della Compagnia, nonché i soci e le benemerite delle sezioni di Portomaggiore e Argenta dell'Associazione nazionale carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precetto pasquale, celebrazioni a ricordo del vicebrigadiere Salvo D'Acquisto

FerraraToday è in caricamento