rotate-mobile
Lavoro / Centro Storico / Corso Ercole I d'Este, 26

Permesso di soggiorno, i 'Cittadini del mondo' organizzano un presidio

L'iniziativa è legata al tema del diritto, e del rinnovo, per motivi di lavoro

Un presidio davanti alla Questura sul tema del lavoro e del permesso di soggiorno. A promuovere l'appuntamento di sabato 1 giugno alle 10.30, è l'associazione 'Cittadini del mondo'. 

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Siamo persone arrivate in Italia - ha spiegato una nota proveniente dall'assemblea lavoratori stranieri dei 'Cittadini del mondo' - per vivere, lavorare in regola e dare un contributo economico e sociale a questo Paese. Lavoriamo in regola da anni in Italia nell'edilizia, nell'agricoltura, nei servizi, nella logistica, nell'assistenza con un permesso di soggiorno di protezione speciale". 

I lavoratori hanno aggiunto che "la legge approvata da questo Governo non permette di rinnovare il nostro attuale permesso, se non in alcuni casi e solo per un anno, e nemmeno di convertirlo in permesso per lavoro. Addirittura alla scadenza c'è l'obbligo per noi di lasciare l'Italia, dopo tanti anni di fatiche e sacrifici. Il 7 marzo 2024 il Tribunale di Bologna si è invece pronunciato in modo favorevole sul nostro diritto di ottenere un permesso di soggiorno per lavoro, smentendo così l'interpretazione della legge fornita dalle Circolari ministeriali".
 
Da qui alla richiesta di "un permesso per motivi di lavoro, per continuare a lavorare in regola, per accedere ai servizi sociali e assistenziali di base. E invitiamo le comunità in cui viviamo e lavoriamo a sostenerci in questa giusta richiesta per un diritto fondamentale quello di poter lavorare senza essere discriminati. Siamo lavoratori, vogliamo giustizia".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Permesso di soggiorno, i 'Cittadini del mondo' organizzano un presidio

FerraraToday è in caricamento