rotate-mobile
Viabilità / Copparo / Viale Idris Ricci

Percorso ciclopedonale fra viale Carducci e via Goito, al via la fase di progettazione

Il tratto lungo circa 260 metri collegherà le piste esistenti al centro urbano

'Mobilità ciclo-pedonale: interventi di sicurezza stradale rivolti agli utenti deboli' è il nome del progetto che coinvolgerà la società Patrimonio Copparo. Alla società, infatti, è stato conferito il servizio di progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e in fase di esecuzione, direzione lavori, contabilità, regolare esecuzione e collaudi con emissione dei relativi certificati. Si tratta della realizzazione del tratto di percorso ciclopedonale protetto tra viale Idris Ricci e via Goito, che metterà in sicurezza un punto di commistione tra viabilità ciclabile e strada comunale.

Il Comune di Copparo ha predisposto un progetto definitivo per l'opera che prevede la realizzazione del tratto di pista tra viale Idris Ricci e via Goito, con il tombamento del fosso, la creazione di un cassonetto stradale e l'asfaltatura. E' prevista inoltre la predisposizione di un impianto di illuminazione. Questo tratto andrà a collegare sistemi di piste ciclabili esistenti, in particolare il sistema delle ciclabili del parco del Naviglio, con il resto del centro urbano di Copparo. Per realizzare questo percorso protetto lungo circa 260 metri saranno affrontate diverse tipologie di lavorazione: l'area di sedime insiste infatti su una banchina che si presenta in parte a stabilizzato, in parte con asfalto, in parte con un fossato e in parte in area verde.

Sono contemplate nel progetto la rimozione della barriera di sicurezza e dell'attuale segnaletica, lo scavo di sbancamento per la creazione di un cassonetto stradale, le analisi chimiche dei terreni, la fresatura di massicciata stradale di parte della banchina, dei passi carrai, della sede stradale, la demolizione di murature e cementi armati dei passi carrai, pedonali in via Bottoni e marciapiede in via Goito. Sono poi previsti il reinterro del fosso, lo scavo in sezione e la posa delle tubazioni fognarie della linea principale e per i collegamenti, la posa di pozzetti di raccordo, caditoie e canalette nei pressi dei passi carrai, fino al reinterro. 

E, ancora, lo scavo in sezione per posa delle tubazioni relative all'illuminazione pubblica e appunto la posa di tubazione corrugata per l'alloggiamento dei cavi elettrici, di plinti porta palo e pozzetti per l'illuminazione pubblica, fino al reinterro. Si proseguirà con la costruzione della massicciata stradale, la posa di cordoli stradali per il contenimento della pavimentazione in cemento armato, la realizzazione di una soletta, con finitura antisdruciolevole, la posa di cordoli per ricostruzione marciapiede in via Goito, la bitumatura degli attraversamenti agli incroci di via Montegrappa e via Cadore, la nuova pavimentazione e la posa della barriera parapedonale nel tratto parallelo alla via Bottoni. L'importo è pari 150mila euro, di cui 100mila finanziati dalla Legge regionale 5 del 2018, che sostiene il 'Programma straordinario per i territori colpiti dalla pandemia e aree montane e interne', e 50mila di fondi comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorso ciclopedonale fra viale Carducci e via Goito, al via la fase di progettazione

FerraraToday è in caricamento