rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Lavoro

Infortuni sul lavoro, a Ferrara sono 14 in media ogni giorno: ma dal 2021 i morti sono dimezzati

I dati sono quelli dell'Osservatorio della Cgil regionale: balzo in avanti negli ultimi dodici mesi

Quattordici infortuni al giorno, a Ferrara, nel 2022. E’ un dato incredibile quello che emerge dall’Osservatorio permanente sugli infortuni e sulle malattie professionali in Emilia Romagna, costituito dalla Cgil Emilia Romagna per monitorare, attraverso i dati resi disponibili dall’Inail, quanto avviene nella nostra regione riguardo alla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Il dato ferrarese, degli ultimi dodici mesi, è eclatante: 5.112 infortuni. Vuol dire 426 di media ogni trenta giorni, poco più di 14 ogni ventiquattro ore. Numeri enormi e – è quello che preoccupa – in crescita: nel 2021, infatti, da gennaio a dicembre si contarono 4.215 situazioni simili, ovvero 897 in meno. La crescita nell’ultimo anno, insomma, è stata pari al 21,3%. Ma c’è anche un altro aspetto. E questo, se vogliamo, fa tirare un sospiro di sollievo. Le morti si sono dimezzate: furono 10 nel 2021, sono state 5 nel 2022. Sempre e comunque troppe.

Infortuni

Intorno a noi, a livello regionale, l’andamento è altalenante. Ferrara, infatti, con il +21,3% di infortuni da un anno all’altro è seconda in classifica: ma a livello di decessi è penultima. Andiamo per gradi. Gli infortuni totali in Emilia Romagna nel 2022 sono stati 81.170 (contro i 74.066 del 2021, ovvero il 9,6% in più). Bologna domina (+88,8%), seguita come detto da Ferrara. Poi, sempre a livello di rapporto percentuale, troviamo Parma (+13,2%), Piacenza (+12,1%), Rimini (+11,7%), Ravenna (+10,7%), Modena (+9,3%), Reggio Emilia (+4,9%) e Forlì-Cesena (+3%).

Morti

A livello di decessi, invece, la nostra provincia segna un dato – nel contesto - basso. Con 5 morti, nel 2022 siamo penultimi: dietro c’è solo Reggio Emilia, con 3. Davanti, tutte le altre città, a partire da Rimini con 6, per proseguire con Parma (7), Piacenza (9), Forlì-Cesena (10), Modena (14), Ravenna (15) e finendo con Bologna, a quota 19.

Malattie professionali

Altro ambito, questo, in cui Ferrara ha numeri, tutto sommato, bassi. La nostra provincia risulta penultima nel 2021, ultima nel 2022 e nuovamente penultima nel confronto delle due annate. Partiamo dalla prima, il 2021: a Ferrara sono state effettuate 198 denunce per malattie professionali, contro le 372 di Rimini, 404 di Parma, 547 di Modena, 696 di Ravenna, 903 di Forlì-Cesena, 1.125 di Reggio Emilia e le 1.180 di Bologna. Meno di noi ha fatto solo Piacenza, con 153.

E nel 2022? Tanti cali, qualche crescita. A Ferrara si sono registrati 163 casi (-17,7%). Procedendo dal basso verso l’alto in valore assoluto, si trova poi Piacenza (189 denunce, +23,5%), Rimini (438, +17,7%), Parma (457, +13,1%), Ravenna (511, -26,6%), Modena (537, -1,8%), Forlì-Cesena (1.073, +18,8%), Reggio Emilia (1.167, +3,7%) e Bologna (1.168, -1%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortuni sul lavoro, a Ferrara sono 14 in media ogni giorno: ma dal 2021 i morti sono dimezzati

FerraraToday è in caricamento