rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Unife

Orientamento e gender, un seminario al dipartimento di Matematica

All'appuntamento interattivo hanno partecipato 130 studenti provenienti

Riflettere su differenze e stereotipi di genere nel percorso di studio, partendo dalle parole chiave 'uguaglianza' ed 'equità'. In un'aula magna affollata di studentesse e studenti delle scuole superiori ha preso il via l'8 febbraio scorso la prima edizione dell'iniziativa con il seminario 'Orientamento e gender: la matematica è per tutti'. E sono stati proprio i concetti di inclusione ed equità a guidare lo svolgimento della giornata, che ha visto coinvolti 130 studentesse e studenti provenienti da due Licei del centro città, Ariosto e Roiti, e dall'Istituto di Istruzione superiore Montalcini di Argenta. L'iniziativa, organizzata dalla docente Alessia Ascanelli e dalla ricercatrice Federica Ferretti del dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università di Ferrara, si è svolta attraverso attività interattive e sondaggi che hanno coinvolto direttamente il pubblico. L'obiettivo era far emergere i pregiudizi impliciti nella cultura e nella mentalità delle persone, per poi discuterne e imparare a riconoscerli, per non esserne più influenzati.

Guidati e accompagnati dalle ricercatrici di didattica della matematica Federica Ferretti e Chiara Giberti, dell'Università di Bergamo, ragazze e ragazzi hanno lavorato sui dati Invalsi e Oecd-Pisa, riflettuto sui propri stereotipi impliciti e discusso di come il rapporto con la matematica influisca sia nella scelta delle scuole superiori che nella scelta universitaria. E' emerso quindi come non ci siano differenze biologiche tra uomini e donne nelle capacità di apprendimento delle materie Stem, ma come ci siano barriere legate anche alla paura di sbagliare e alla scarsa fiducia in se stesse da parte delle ragazze. Le ricercatrici hanno sottolineato che la partecipazione a iniziative di orientamento, come gli Open Day e gli stage, ha un ruolo centrale per un processo di scelta consapevole e informato.

La docente Tamara Zappaterra, prorettrice alla diversità, equità e inclusione, ha sottolineato come "il tema dell'orientamento femminile nelle discipline scientifiche sia un punto del Piano di mandato della Rettrice, quindi un tema fortemente sentito dall'ateneo, per contrastare le tradizionali barriere culturali. I dati dimostrano come le ragazze siano più brave all'Università, infatti si laureano prima e con voti più alti sia nelle discipline scientifiche che umanistiche. L'impegno è quindi rivolto a superare pregiudizi e stereotipi legati al genere per favorire la realizzazione personale di chi studia a Unife. Questo costante impegno è testimoniato anche dal fatto che il numero di ragazze iscritte a Unife è più alto della media nazionale, come evidenziato dal Bilancio di genere pubblicato in questi giorni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orientamento e gender, un seminario al dipartimento di Matematica

FerraraToday è in caricamento