rotate-mobile
Storia

Una nuova produzione su Lucrezia Borgia, nei prossimi giorni a Ferrara una troupe

La messa in onda del docufilm è prevista sull'emittente franco-tedesca Arte Zdf

Inizieranno il 4 novembre, per proseguire per quattro giorni, le riprese a Ferrara del nuovo docufilm dedicato a Lucrezia Borgia. Film che sarà trasmesso dalla fine del prossimo anno sull'emittente franco-tedesca Arte France Zdf. Prima dell'approdo in città la troupe girerà scene anche in altri punti del territorio, tra cui il delta del Po. La produzione è della Dok Film, con sede a Potsdam, a Berlino. 

"L'obiettivo del progetto - hanno spiegato dalla casa tedesca - è comprendere realmente la figura di Lucrezia Borgia, ricostruendo momenti della sua vita e intervistando esperti e studiosi sia italiani che stranieri". Il film avrà infatti il taglio di un documentario con ricostruzioni storiche e testimonianze di grandi studiosi. Tra questi il professore Marcello Simonetta, docente di Storia europea e Teoria politica a Parigi, documentarista, curatore di mostre e consulente storico per videogiochi, e la docente Marialucia Menegatti dell'Università di Ferrara, che ha realizzato importanti studi monografici dedicati alla famiglia estense. Oltre alla figura di Lucrezia Borgia, grande protagonista sarà la città e il suo territorio.
 
"Siamo felici che una nuova produzione internazionale arrivi a Ferrara e siamo ben contenti di poter esser a loro sostegno nella fase di riprese. Questo si traduce in ulteriori potenzialità promozionali per la città e per la sua storia. Ferrara si conferma terra vocata anche all'arte cinematografica, per tradizione e per la ricchezza del suo passato e del suo patrimonio", ha sottolineato l'assessore comunale al Turismo Matteo Fornasini. 

Tra i luoghi scelti per il girato ci saranno il Castello estense e palazzo Schifanoia, ma anche alcune ambientazioni come l'area dell'ex monastero di San Bernardino, oltre agli sfondi di San Domenico, San Cristoforo, la chiesa dei Teatini, la Cattedrale. Le ricostruzioni storiche saranno invece realizzate negli studi tedeschi. La regista è la tedesco-argentina Cuini Amelio Ortiz. Carmen Tè, giornalista e film maker, è responsabile dell'organizzazione per l'Italia. 

"Sarà una riscoperta positiva di Lucrezia Borgia - hanno anticipato dalla produzione - come personaggio storico e come donna. Fino a oggi la sua vita è stata molto spesso descritta in maniera scandalistica, ma merita una riscoperta positiva, per le doti amministrative e diplomatiche, per le qualità che ha messo in campo. Il docufilm a lei realizzato intende proprio metterne in luce i meriti storici, i risultati raggiunti e l'amore per la sua terra e le sue genti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova produzione su Lucrezia Borgia, nei prossimi giorni a Ferrara una troupe

FerraraToday è in caricamento