Venerdì, 12 Luglio 2024
Tragedia / Comacchio / Via Colorado

Incendio al lido, morta la donna che rimase ustionata: è giallo sull'identità

Si gettò dalla finestra per scampare alle fiamme, ma arrivò in ospedale col volto sfigurato

Non ce l'ha fatta la donna rimasta ferita nell’incendio dell’abitazione di via Colorado, a Lido delle Nazioni. Ma è giallo sulle cause del rogo e sull’identità della stessa vittima. Già, perché quello che sembrava in un primo momento ora non è più certo. L’unico dato di fatto è che la persona rimasta ustionata nel rogo – che si è poi gettata dalla finestra per sfuggire alle fiamme –, dopo un rapido peggioramento, è spirata martedì pomeriggio all’ospedale Bufalini di Cesena.

Ma ora sul caso è stato aperto un fascicolo a carico di ignoti in Procura (per incendio colposo e omicidio colposo). Due gli interrogativi. Il primo riguarda, appunto, le cause della tragedia: su questo ambito non si esclude nessuna pista, dall’incidente al dolo.

Ciò che, però, rende ancor più torbida la vicenda è il mistero circa l’identità della vittima. In un primo momento, infatti, si pensava che a rimanere ferita fosse l’inquilina dello stesso appartamento, una 59enne di origini dominicane. Ma ai medici, sul letto dell’ospedale, si è presentata una donna dalla figura fisica diversa e, apparentemente, più giovane.

Il dubbio deriva dal fatto che la vittima, al momento dell’arrivo al nosocomio, presentava il volto completamente sfigurato e ustioni sul 60% del corpo (non erano presenti documenti, andati completamente bruciati nell’incendio). Di fatto, dunque, è stato praticamente impossibile confermare o smentire l’identità. Ora che, purtroppo, la persona in questione è deceduta, potranno essere effettuati esami più approfonditi (tra cui l'autopsia e il test del Dna).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio al lido, morta la donna che rimase ustionata: è giallo sull'identità
FerraraToday è in caricamento