rotate-mobile
Politica

Momunento a Savonuzzi e Torboli, Nanni (Pd) chiede un intervento di ripristino

Il consigliere comunale del Partito Democratico si è rivolto all'Amministrazione

Una richiesta finalizzata a ottenere un intervento di ripristino al monumento dedicato alla memoria di Girolamo Savonuzzi e di Arturo Torboli. A presentare un'interpellanza sul tema è il consigliere comunale Davide Nanni. "Il monumento - ha premesso l'esponente Dem - alla memoria dell'ingegnere Girolamo Savonuzzi e del ragioniere Arturo Torboli, antifascisti ferraresi uccisi per rappresaglia durante la celebre notte del 15 novembre 1943, versa in stato di grave abbandono ed è mancante di alcune parti. Il monumento, posto sul camminamento delle mura cittadine all'altezza del Baluardo di San Tommaso e ben visibile da viale Alfonso I d'Este, in origine era composto da una colonna con capitello sormontato da una croce greca in ottone. Sul lato anteriore della colonna, unica parte superstite, erano incisi i nomi dei due martiri, oggi quasi illeggibili per l'usura del tempo".

Nanni ha aggiunto che "il 15 novembre 2023 verrà ricordato l'ottantesimo anniversario della strage fascista al muretto del Castello Estense, in occasione della quale furono fucilati per rappresaglia 11 cittadini ferraresi in punti diversi della città. Tra le vittime di quella lunga notte vi sono anche Girolamo Savonuzzi e Arturo Torboli, che furono rispettivamente ingegnere capo e ragioniere capo del Comune di Ferrara. L'ingegnere Girolamo Savonuzzi, assieme al fratello Carlo, fu artefice delle principali trasformazioni urbanistiche realizzate a Ferrara tra le due guerre mondiali. A lui dobbiamo la progettazione di opere tuttora esistenti e funzionali al contesto cittadino come le scuole elementari di via Poledrelli, il conservatorio musicale 'Frescobaldi', il Museo di Storia naturale, gli ex magazzini della Darsena e il complesso del Cinema Boldini, interessato da un annoso restauro. Oramai da diversi anni, il monumento alla memoria di Savonuzzi e Torboli è privo del capitello e della croce bronzea che ne costituivano la sommità, rubati nottetempo da ignoti, come è possibile evincere da foto, articoli di stampa e sopralluoghi in zona".

Il consigliere comunale del Pd ha evidenziato che "interventi di recupero e restauro di cippi, lapidi e altri monumenti dedicati ai caduti ferraresi nelle guerre mondiali sono stati realizzati, anche di recente, in diverse frazioni del nostro Comune. Nonostante ciò vi sono ancora molti monumenti e lapidi che si trovano in condizioni di mancata manutenzione o abbandono, per lo più dedicati alla memoria di caduti ferraresi del Risorgimento e della Resistenza". Da qui alla richiesta rivolta al sindaco e all'assessore competente "per sapere se siano a conoscenza dello stato di degrado del monumento a Savonuzzi e Torboli, posto sulle mura cittadine, ed entro quali tempistiche avverrà il suo ripristino: un intervento doveroso al fine di onorare degnamente la memoria di chi ha sacrificato la propria vita per la nostra libertà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Momunento a Savonuzzi e Torboli, Nanni (Pd) chiede un intervento di ripristino

FerraraToday è in caricamento