rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Religione

Migrazioni, l'arcivescovo Perego sottolinea "l'incapacità di costruire un sistema di accoglienza diffusa"

Il presidente della Fondazione Migrantes ha criticato l'accordo fra Italia e Albania

Fra le voci critiche nei confronti dell'accordo fra Italia e Albania sui migranti, ratificato dal Senato, c'è quella dell'arcivescovo di Ferrara e Comacchio Gian Carlo Perego. "Il Senato - ha evidenziato il presidente della Fondazione Migrantes - ha approvato l'accordo Albania-Italia per il trattenimento di migranti che la Guardia costiera salverà in mare. Seicentosettantantatre milioni di euro in dieci anni in fumo per l'incapacità di costruire un sistema di accoglienza diffusa del nostro Paese, al sedicesimo posto in Europa nell'accoglienza dei richiedenti asilo rispetto al numero degli abitanti". 

Monsignor Perego si è soffermato su "seicentosettantatre milioni di euro che potevano rigenerare non solo la vita di molte persone – 3.000 – ma la vita anche delle nostre comunità. Seicentosettantatre milioni di euro che avrebbero significato posti di lavoro e un indotto economico. Seicentosettantatre milioni di euro veramente 'buttati in mare' per l'incapacità di governare un fenomeno – quello delle migrazioni forzate – che si finge di bloccare, ma che cresce di anno in anno, anche per politiche economiche che non favoriscono – se non con le briciole – lo sviluppo dei Paesi al di là del Mediterraneo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migrazioni, l'arcivescovo Perego sottolinea "l'incapacità di costruire un sistema di accoglienza diffusa"

FerraraToday è in caricamento