Sabato, 13 Luglio 2024
Violenza

Mesi di messaggi ossessivi su Whatsapp, nei guai il presunto stalker

La vittima, una giovane, ha provato invano a bloccare l'uomo sulla piattaforma

Mesi di vessazioni, poi la fine dell’incubo. La polizia ha, infatti, dato seguito ad un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima nei confronti di un cittadino italiano, indagato appunto per atti persecutori. Secondo quanto ricostruito dalle indagini della Squadra Mobile (con il coordinamento della Procura), a partire dai primi mesi del 2023 l’uomo avrebbe messo in atto diversi atteggiamenti aggressivi nei confronti di una giovane.

Iscriviti al canale WhatsApp di FerraraToday

Tali episodi avrebbero provocato uno stato di ansia e paura nella vittima: in particolare, il presunto stalker avrebbe inviato via Whatsapp diversi messaggi in cui chiedeva alla donna di uscire con lui. Inviti insistenti, sempre respinti al mittente, tanto che la stessa vittima sarebbe stata costretta a bloccarlo sull’app: i messaggi multipli avrebbero avuto un contenuto ossessivo e farneticante (a cui si devono aggiungere alcune mail simili).

Il giudice, al termine degli accertamenti, ha così imposto all’indagato di non avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla giovane, mantenendosi ad una distanza di almeno 500 metri, e di non comunicare con essa. Allo stesso modo, è stato prescritto all’uomo il divieto di dimora nel Comune di Ferrara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesi di messaggi ossessivi su Whatsapp, nei guai il presunto stalker
FerraraToday è in caricamento