rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Sanità

Medici in stato di agitazione, le Aziende sanitarie replicano ad Anaao Assomed

La Direzione aziendale ha sottolineato che la scarsità di personale non è un problema solo locale

Dopo lo stato di agitazione proclamato dall'Anaao Assomed, è giunta una replica da parte delle Aziende sanitarie ferraresi. Una nota attraverso la quale "la Direzione aziendale rimarca la massima disponibilità al dialogo e al confronto nelle sedi istituzionali preposte. Rispetto alla situazione prefigurata si rendono però necessari alcuni chiarimenti".

Precisazioni volte a evidenziare che "non vi è da parte della Direzione alcuna azione di taglio sul personale per motivazioni di bilancio. La problematica, come noto, è la scarsità di personale medico sul mercato del lavoro, che non riguarda solo Ferrara, come il dottor Api, essendo consigliere nazionale di Anaao, ben sa. E' infatti in atto una crisi dei sistemi sanitari europei certamente non imputabile a dinamiche locali, nell'ambito delle quali lo stress lavorativo del periodo pandemico e la retribuzione da Contratto collettivo nazionale non correlata adeguatamente, sono un elemento importante".

La nota ha aggiunto che "lintendimento della Direzione ad assumere è testimoniato anche da dati. Pur in presenza di difficoltà di reclutamento e di turnover assai elevato tra il personale medico, a seguito di 186 assunzioni il saldo tra fine 2019 e fine 2022, è positivo: 857 professionisti presenti a fine 2022 contro 851 a fine 2019. Si aggiungono, in questo primo semestre 2023, ulteriori 46 assunzioni. Inoltre, a partire da inizio 2021 a ora, sono stati espletati 32 concorsi specifici per medici cui si aggiungono 6 bandi di mobilità esterna e altre modalità di reclutamento flessibile, consentite dalla normativa".

Una situazione dove "sul fronte degli incarichi, a seguito del nuovo assetto dipartimentale condiviso con i sindacati, tra cui Anaao, sono stati appena nominati i direttori dei 12 Dipartimenti ad attività integrata (Dai) e del Dipartimento di Sanità pubblica, dopo che è stato deliberato il nuovo assetto organizzativo. Precedentemente erano state coperte o attivate 13 nuove Unità operative, molte delle quali a valore interaziendale. A tali strutture di vertice si aggiunge il conferimento e la previsione di circa 80 incarichi, sempre in ambito medico, per le due Aziende".

La nota aziendale ha concluso che "è stato inoltre recentemente firmato, da Anaao e dagli altri sindacati, l'accordo per accrescere le quote di valorizzazione economica degli incarichi professionali, che ha anche la finalità di rendere più attrattiva la procedura di reclutamento. Risulta difficile comprendere, dunque, alcuni aspetti evidenziati da Anaao. Anche sulle modifiche organizzative, mirate non certo a 'depotenziare ospedali' o 'risparmiare', bensì a mettere in campo strumenti per agevolare le condizioni di lavoro dei professionisti, specialmente nei settori in maggior sofferenza, come ad esempio l'Emergenza Urgenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici in stato di agitazione, le Aziende sanitarie replicano ad Anaao Assomed

FerraraToday è in caricamento