rotate-mobile
Lutto

Mondo culturale in lutto, è scomparsa Maria Teresa Gulinelli

E' stata protagonista del recente riallestimento di palazzo Schifanoia

Il mondo culturale è in lutto per la scomparsa di Maria Teresa Gulinelli. Dal 1987 fino al marzo del 2022 è stata conservatore archeologo e numismatico dei Musei d'Arte antica, occupandosi nel corso della sua lunga e fruttuosa carriera dello studio e della valorizzazione delle collezioni civiche, tra cui l'importante lavoro condotto sulla collezione Riminaldi.

Grande esperta e appassionata di numismatica, ha curato numerose attività scientifiche tra cui importanti pubblicazioni ed esposizioni, contribuendo alla conoscenza delle zecche rinascimentali, con particolare attenzione a quella estense ed effettuando numerosi studi sulla circolazione monetale nel territorio. A lei si deve lo studio condotto sul tesoretto di Alberone di Ro Ferrarese edito nel 2012.

E' stata inoltre docente universitaria di Numismatica alla facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Ferrara, contribuendo, in modo diretto, alla diffusione e alla valorizzazione delle conoscenze sul patrimonio numismatico. Come archeologa ha prestato la sua opera e le sue conoscenza nei più  importanti scavi cittadini, collaborando continuativamente e fruttuosamente con la competente Soprintendenza.

Protagonista del recente riallestimento di palazzo Schifanoia, è stata nominata dopo il pensionamento conservatore onorario dei Musei d'Arte antica, ruolo che ricopriva con grande passione, entusiasmo, competenza e attenzione verso la formazione dei giovani conservatori per i quali ha rappresentato un punto di riferimento. I colleghi l'hanno ricordata per la sua professionalità, il suo modo sempre elegante, garbato e gentile, oltre alla grande umanità e il profondo senso civico, frutto di un amore incondizionato per la tutela del patrimonio della sua città.

"Maria Teresa Gulinelli è stata e continuerà a essere un riferimento - ha sottolineato l'assessore comunale alla cultura Marco Gulinelli - per tutto il sistema culturale della nostra città e non solo. Ho avuto il privilegio di collaborare con lei apprezzando la sua passione, la competenza e soprattutto la sua grande disponibilità. Posso avere la fortuna di affermare che le sono stato amico, avendomi lei accolto con una elegante ironia e dolcezza. Una vera signora della cultura, profondamente innamorata del dialogo e della sua città. Amava le sfide e non temeva i cambiamenti, amava i giovani, i nuovi progetti, con uno sguardo sempre rivolto al futuro. Con Lei perdiamo una grande studiosa, una persona di eccezionale valore umano che ricorderemo per sempre anche grazie al prezioso insegnamento da lei trasmesso con profonda generosità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondo culturale in lutto, è scomparsa Maria Teresa Gulinelli

FerraraToday è in caricamento